/ Sport

Sport | 13 novembre 2022, 19:33

Engas Hockey Vercelli, mister Punset: "In WSE Cup necessaria un'impresa"

Il vice presidente Mentasti: "In tre anni arrivati in Europa, speriamo nel sostegno della città"

Da sinistra: Sergi Punset, allenatore di Engas Hockey Vercelli e Piero Mentasti, vice presidente.

Da sinistra: Sergi Punset, allenatore di Engas Hockey Vercelli e Piero Mentasti, vice presidente.

Engas Hockey Vercelli, con mister Sergi Punset e con il vice presidente Piero Mentasti, parla del suo arrivo in Europa in WSE Cup.

L’allenatore catalano analizza il versante sportivo, presentando le avversarie nel girone: “Il Noisy è fra le quattro-cinque squadre più forti della Francia. In squadra c’è un giocatore che ho allenato, Antony Da Costa, che è anche in nazionale. Il portiere è uno spagnolo di alto livello che lo scorso anno era il secondo nel Deportivo Liceo La Coruña con Oruste. In più, hanno anche buoni giocatori portoghesi e spagnoli. Si tratta di una compagine fortissima che lavora con grande intensità e grinta. Giocheremo nel loro palazzetto e ci aspetta una partita durissima”.

La seconda avversara è il Lleida: “Ha vinto tre volte la Coppa CERS, l’antenata della competizione attuale, una di queste con il nostro Oruste. E’ una squadra fortissima, con giocatori ben conosciuti in Italia come Jepi Selva, bravissimo, e un buon allenatore (Albert Folguera Felip, ndr) che è anche un amico. Anche qui sarà durissima, il fatto non abbia iniziato bene il proprio campionato non mette in dubbio sia una compagine di ottima qualità”.

Davanti a queste parole, impossibile non chiedersi: sarà quindi necessaria un’impresa? “Sicuro al 100%” risponde Punset. 

 

Piero Mentasti, che per le partite di WSE Cup ha disegnato una maglia speciale di HV con rimandi alla storia e alla tradizione del territorio vercellese, fa il punto della giovane storia societaria che ha condotto al debutto europeo. “Ricordiamo che siamo partiti tre anni fa dalla Serie B con un sogno da realizzare: l’approdo europeo. Ce l’abbiamo fatta: è un orgoglio e un vanto.  Per noi, in termini di spesa questa sarà una stagione ben diversa dalle precedenti, quindi abbiamo fatto un discorso molto pragmatico per procurarci i mezzi non solo tecnici, ma anche economici. Magari a qualcuno di noi, non per disamore o disattenzione, ma per inesperienza è sfuggito qualcosa, ma cercheremo sempre di dare il massimo al mister e ai ragazzi con l’aiuto di tutti e di una città intera che speriamo ci faccia sentire ancor di più il suo attaccamento.


Continua Mentasti: "Dobbiamo questo balzo in primis all’intervento a Vercelli di una figura imprenditoriale come quella di Marta Ferretti, coraggiosissima e sempre presente, con un attaccamento meraviglioso. Poi, ringrazio gli sponsor perché senza di loro non si va sa nessuna parte”.

Elisa Rubertelli

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore