/ Attualità

Attualità | 25 maggio 2022, 16:40

Dehors, a Vercelli ampliamento in deroga fino a dicembre 2022

Corsaro: «Una forma di sostegno a favore di una categoria che genera occupazione e un'opportunità offerta ai vercellesi di godersi angoli suggestivi della città»

Dehors, a Vercelli ampliamento in deroga fino a dicembre 2022

Il Comune di Vercelli proroga fino al 31 dicembre 2022 la possibilità di ampliamento dei dehors degli esercizi commerciali. Un'opzione varata a livello nazionale lo scorso anno, per far fronte alle esigenze di distanziamento connesse all'emergenza sanitaria e che ha permesso, per tutto il periodo estivo e autunnale 2021, di vivere le città godendosi al meglio spazi suggestivi e riqualificati.

Ora il Comune di Vercelli ha deciso di estendere questa possibilità fino a tutto il 2022: in base alle norme nazionali, infatti, con il 30 giugno dovevano venir meno agevolazioni e possibilità di ampliamento concesse in base allo stato di emergenza sanitaria. Dunque i dehors avrebbero dovuto tornare alle dimensioni pre-covid e gli esercizi tornare a pagare le relative tasse di occupazione. Ad anticipare la decisione, che verrà formalizzata in una delibera di giovedì 26 maggio, è il sindaco, Andrea Corsaro, a margine della conferenza stampa di presentazione della Fattoria in Città.

«La pandemia ci ha imposto di restare lontani per fermare il contagio – dice -. Adesso è il momento di tornare a stare insieme e vivere momenti di socialità nel rispetto di tutte le precauzioni a tutela della salute. E' importante per la comunità e per i nostri esercizi commerciali. Proprio in considerazione dell'esigenza di sostenere la ripresa delle attività commerciali e con l'obiettivo di offrire ai cittadini la possibilità di vivere momenti di socialità con un'attenzione particolare alla sicurezza, il Comune ha deciso di prorogare a tutto il 2022 la possibilità di ampliamento dei dehors facendosi carico della relativa tassa».

Un impegno, ha sottolineato il sindaco, che ha visto gli uffici comunali prendere in esame ulteriori 110 pratiche che vuol rappresentare un aiuto concreto a sostegno di una categoria «che genera occupazione, tiene vive le strade e le piazza cittadine».

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore