/ Attualità

Attualità | 30 gennaio 2021, 09:00

Provincia di Vercelli: migliora la situazione sanitaria. In una settimana il numero dei positivi scende di 141 unità

Moltissimi centri sono tornati o stanno per tornare covid free. Il presidente della Provincia, Eraldo Botta: «Torniamo in giallo, ma non abbassiamo la guardia»

Provincia di Vercelli: migliora la situazione sanitaria. In una settimana il numero dei positivi scende di 141 unità

Nel giorno in cui arriva la notizia che, da lunedì, il Piemonte tornerà zona gialla, dal presidente della Provincia, Eraldo Botta, arriva anche un positivo aggiornamento sulla situazione sanitaria. 

«A livello provinciale - spiega Botta - il numero delle persone attualmente positivi scende a 323 contro i 464 dell'ultimo aggiornamento provinciale del 21 gennaio scorso». Un dato in costante calo che si riflette anche sulla situazione delle degenze ospedaliere. A livello provinciale molti centri tornano a essere covid free o ad avvicinarsi agli zero contati (secondo la mappa regionale dei contagi in tempo reale, nella stessa Vercelli sono appena 37 le persone attualmente positive).

«Grazie al miglioramento dei parametri, a partire da lunedì 1º febbraio la Regione Piemonte torna ad essere in Zona Gialla - ricorda Botta -. Quindi bar e ristoranti riaprono fino alle 18; ci si può spostare liberamente durante il giorno, sia all’interno del Comune sia all’interno della Regione; riaprono musei dal lunedì al venerdì, e solo con ingressi contingentati; i negozi sono aperti ma i centri commerciali lo sono solo durante i giorni feriali».

Resta in vigore il coprifuoco dalle 22 alle 5 del mattino successivo e in questi orari ci si può muovere solo con autocertificazione e per comprovati motivi di lavoro, salute, urgenza.

«Questa positiva evoluzione non deve farci abbassare la guardia! Stiamo per essere ripagati di tanti sacrifici, ma continuiamo a essere prudenti nei nostri comportamenti quotidiani rispettando le consuete norme anti-contagio», conclude Botta.

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore