/ Pro Vercelli

Pro Vercelli | 25 novembre 2020, 16:50

Pergolettese-Pro Vercelli 1-2 Ed è di nuovo vetta

Grande prestazione della squadra di Modesto

Pergolettese-Pro Vercelli 1-2 Ed è di nuovo vetta

Pergolettese-Pro Vercelli 2-1

Marcatori: Zerbin (Pvc) al 16'; Bortoluz (P)su rigore al 38'; Comi (PVc) all'84'

Formazioni

Pergolettese : Ghidotti; Candela, Lucenti, Bakayoko, Villa (Ciccone dall'86'); Varas, Panatti, Figoli (Palermo dal 46'); Bariti, (Longo dal 60') Bortoluz, Morello (Piccardo dal 71'). A disposizione: Soncin, Ceccarini, Andreoli, Ciccone, Tosi, Faini, Palermo, Piccardo, Ferrara, Lamberti, Longo. All. De Paola.

Pro Vercelli : Saro; Hristov, Masi, De Marino; Clemente, Emmanuello, Erradi (Comi dal 65'), Blaze (Della Morte dal 65'); Rolando (Iezzi dall'87'), Padovan (Graziano dall'87'), Zerbin (Romairone dall'89'). A disposizione: Tintori, Rodio, Nielsen, Auriletto, Graziano, Romairone, Comi, Della Morte, Borello, Iezzi, Carosso, Petris. All. Modesto.

 

Arbitra Collu di Cagliari

Ammoniti: Bortoluz, Panatti, Blaze, Rolando

Espuslo Bortoluz per somma di ammonizioni.

 

 

Grande successo, sofferto ma meritato ,della squadra di Modesto che ritrova i tre punti, il solito gioco spumeggiante e aggressivo e, anche, la testa della classifica. Il sogno continua.

La cronaca.

 

PRIMO TEMPO

Cross dalla destra per Bortoluz, ma l'attaccante è anticipato dalla bella uscita di Saro, è il minuto 6.

Buono l'approccio alla gara di Erradi mentre sulla fascia destra si destreggia molto ma molto bene Clemente.

Angolo angolo corto, pallo a Rolando che mette detro, la difesa ribatte, palla a Zerbin che stoppa, fa dua passi e poi mette dentro, Pro Vercelli in vantaggio, è il quarto d'ora, e per Zerbin sono quattro reti.

Retropassaggio, il portiere Ghidotti tocca coi guanti, punizione a due, legnata di Emmanuello respinto dalla muraglia di difensori davanti a Ghidotti. Siamo al 28'.

Occasione grande dieci volte per la Pergolettese ala mezz'ora: Villa, servito da un retropassaggio di testa, tira al volo di destro, palla di un soffio sul fondo. È il primo acuto della squadra di casa, la Pro Vercelli è spigliata e concentrata.

Blaze interviene per liberare, tocca Varas e l'arbitro fa il regalo di Natale alla Pergolettese inventando(si) un penalty che Bortuluz mette dentro. Minuto 38 siamo 1 a 1.

Arbitro nel pallone, fischia la fine del primo tempo, poi si accorge dell'errore e fa giocare ancora.

Cross di Blaze, Padovan, strattonato, colpisce e manda sul palo, la Pro chiede il rigore, l'arbitro fa proseguire.

 

SECONDO TEMPO

Nella Pergolettese entra Marco Palermo, mezzala (molto veloce, bravo crossare dalla fascia) che l'anno scorso disputò un'ottima annata nella Sicula Leonzio allenata da Vito Grieco.

Fallaccio di Bortoluz su De Marino, doppia ammonizione, è rosso: Pro Vercelli in superiorità numerica (speriamo che non si riveda lo stesso atteggiamento di Olbia).

Bariti scappa a Hristov e s'invola sulla destra, ci mette una pezza Masi con un'ottima chiusura da battitore libero.

Cross di Clemente, ma in area non c'è nessuno, poi pressione e attacchi della Pro, ma il portiere Ghidotti non è mai impegnato. Siamo al 60'.

Cross dell'ex Varas, testa di Longo, superparata di Saro, che la toglie dal sette, agile come un gatto e con un riflesso da campione.

Pro Vercelli. Escono Blaze ed Erradi, entrano Della Morte e Comi.

Attacchi a ripetizione della Pro a trazione anteriore, con Rolando centrocampista e Della Morte esterno e Comi e Padovan punte di peso.

Emmanuello messo giù, punizione, Rolando manda altissimo. Mancano 20 minuti più recupero. Pergolettese schiacciata nella propria tre quarti.

Conclusione angolata ma molle di Padovan, para il portiere.

Hristov, palla a Della Morte, tiraccio alto. La Pro domina ma davanti manca di precisione.

Prodezza di Ghidotti: su cross di Comi, testa a porta vuota di Zerbin appostato sul secondo palo, gran recupero del portiere lombardo che effettua una parata miracolo, al 78'.

Grande partita della Pro, manca la zampata vincente, però.

A sei dal termine, su angolo di Zerbin, il raddoppio: è Comi, che di testa in torsione, trafigge Ghidoni: 2 a 1 per i Bianchi.

Gol numero cinque per il centravanti.

Vicino al gol anche Padovan, pochi minuti dopo.

Entrano Iezzi e Graziano per Padovan e Rolando.

Entra Romairone, esce Zerbin, a uno più recupero dal termine.

Sfiora il gol del 3 a 1 Della Morte, con un tiro che si spegne di poco sul fondo.

Triplice fischio: la Pro è di nuovo prima.

Remo Bassini

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore