/ Attualità

Attualità | 27 giugno 2020, 14:14

Altri due centri sono "Covid free"

Dopo oltre tre mesi anche Varallo e Cigliano possono tirare un sospiro di sollievo

Altri due centri sono "Covid free"

Altri due centri del vercellese sono arrivati a zero contagi: si tratta di Varallo e di Cigliano, dove i rispettivi sindaci - Eraldo Botta e Diego Marchetti - tra venerdì sera e sabato mattina hanno potuto dare alla popolazione l'attesa notizia.

"Siamo felici per i nostri concittadini, che dopo tante settimane hanno sconfitto il virus - dice Eraldo Botta - Ricordo ancora il video dello scorso 16 marzo, quando annunciavo i primi 2 casi di Covid-19 a Varallo. In quel momento l’ansia e l’incertezza per quello che sarebbe potuto accadere erano tante, si brancolava nel buio e la preoccupazione che anche la nostra Comunità potesse essere colpita dal nemico invisibile era legittima... Oggi, a distanza di oltre 3 mesi, questa notizia ci fa guardare con ottimismo al futuro continuando, come abbiamo fatto sino a oggi, a mantenere alta l’attenzione". Varallo, che ha avuto il suo primo lutto a causa del Covid a inizio maggio, ha retto bene l'impatto con il virus - come è avvenuto del resto in molti centri dell'alta Valsesia. In particolare, l'elemento che ha fatto maggiormente piacere ad amministratori e cittadini, sono stati i risultati ottenuti a Casa Serena, la più grande Rsa della provincia, dove tutti i tamponi eseguiti sui 148 ospiti e 107 dipendenti avevano dato esito negativo.

Buone notizie anche da Cigliano, dove il sindaco Diego Angelo Marchetti ha comunicato sabato mattina il traguardo degli zero casi. A Cigliano, nel corso dell'emergenza, ci sono stati momenti di grande angoscia, soprattutto per il destino degli anziani ospiti della Casa di Riposo, tutti colpiti dal virus, così come parte del personale in servizio nella struttura. In paese si sono contati, tra marzo e aprile, 12 morti - tra residenti e domiciliari - risultati postivi al Covid. "E' stata dura - dice Marchetti - ma i dati di oggi ci fanno guardare al futuro con un po' più di ottimismo".

 

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore