/ Politica

Che tempo fa

Cerca nel web

Politica | 05 giugno 2020, 20:02

"Chiusura della Cerutti. Dietro ai numeri ci sono persone. Saremo al loro fianco"

Le reazioni. La nota del presidente del Consiglio comunale, Gian Carlo Locarni

"Chiusura della Cerutti. Dietro ai numeri ci sono persone. Saremo al loro fianco"

Riceviamo e pubblichiamo. 

È un fine settimana mesto quello che sta arrivando, mesto per la notizia che una parte della storia industriale di Vercelli ha cessato di esistere. La Cerutti, un’icona di eccellenza e produttività del territorio, non avrà più lo stabilimento di Vercelli e se già non fosse così grave vedersi spegnere un pezzo della nostra storia industriale, il tutto è reso ancor più grave dalla situazione per i 173 definiti esuberi. C’è chi li chiama esuberi, chi unità lavorative ma dietro a tali connotazioni ci sono persone reali e relative famiglie. Se per una quota residuale di queste persone si apriranno dei percorsi che li porteranno al fine lavoro, per la maggior parte di queste 173 persone si apre un periodo di incertezza non definibile.

Dovrà essere compito di tutti,politica in testa, provare a trovare delle soluzioni positive per queste persone. Vero che queste persone hanno assicurata la cassa integrazione fino a Gennaio 2021 ma non si può tergiversare in questi sette mesi. Ognuno per quota di competenza dovrà fare la sua parte, stiamo vivendo un momento economico sociale molto difficile ma ciò non ci deve scoraggiare ad essere tutti di aiuto per gli altri.

Nessuna falsa promessa dovrà essere fatta da chicchessia ma un impegno costante dovrà accomunarci in una sorta di ultima sfida. La solidarietà alle 173 persone non è solo un atto dovuto ma dev’essere un punto di partenza per tutti. Nessuno ha la soluzione definitiva a questo tragico momento ma altrettanto nessuno si deve dimenticare nel giro di pochi mesi di queste persone. Politica in generale a tutti i livelli, attori economici del territorio e non solo,devono stringersi in un’ideale percorso comune atto alla risoluzione delle negatività che attanagliano il territorio.

Gian Carlo Locarni

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore