/ Pro Vercelli

Pro Vercelli | 01 ottobre 2022, 15:10

Paci: «Voglio una Pro Vercelli più cattiva»

«Con il Novara siamo mancati sotto l'aspetto agonistico, ma domani a Busto Arsizio non dovrà accadere».

Massimo Paci

Massimo Paci

Partita delicata, domani, contro la Pro Patria. Mancherà Comi, che in settimana non si è potuto allenare, tornerà a disposizione Louati.

Ma la lingua batte ancora laddove il dente duole, e cioè la sconfitta interna contro il Novara.

«Una sconfitta che deve insegnarci qualcosa di importante» dice Massimo Paci.

«Quando affronti avversari più forti, hai una sola carta per giocartela alla pari: una maggiore cattiveria, più agonismo insomma. A una parte dei giocatori che hanno affrontato il Novara questo aspetto è mancato. E anche se avessimo pareggiato con Mustacchio, questo aspetto sarebbe rimasto. Siamo una squadra giovane, dobbiamo riflettere e crescere».

Come si affronta una squadra più forte?

«Tutti gli undici devono dare il massimo. E dico tutti.»

Cos'è mancato alla Pro Vercelli, sotto l'aspetto del gioco?

«Nulla. È mancato l'agonismo».

Emmanuello ancora in fase di recupero. Non sono pochi i quattro centrocampisti che ha a disposizione?

«No. Calvano è un elemento di esperienza, valdio, e i tre giovani, Saco, Louati e Corradini, possono fare grandi cose. No, sono quattro e sono contento di questi quattro giocatori».

La Pro Patria?

«Una squadra che fa giocare male le avversarie che affronta. Non dobbiamo fari prendere dal nervosismo. Dobbiamo essere pronti a livello agonistico, perché se lo saremo emergeranno le nostre qualità tecniche. Domani dobbiamo essere più concreti. Abbiamo bisogno di punti».

rb

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore