/ Attualità

Attualità | 25 novembre 2021, 11:00

Palestre, piscine, piste da sci: facciamo chiarezza sul green pass da esibire

In zona bianca e gialla serve il green pass base, in arancione quello rafforzato. Prime precisazioni dopo le nuove norme annunciate dal Governo

Palestre, piscine, piste da sci: facciamo chiarezza sul green pass da esibire

Ci sono state grande confusione e incertezza sul destino di palestre e piscine dopo l'annuncio dell'introduzione del green pass rafforzato - cioè destinato ai vaccinati e guariti - a partire dal 6 dicembre per accedere a bar, ristoranti, stadi e non solo.

Facciamo chiarezza: in zona bianca e gialla si potrà entrare in palestre, piscine e circoli sportivi dove l'attività è svolta al chiuso con il green pass attualmente in uso, cioè quello base, quindi anche con tampone molecolare negativo (la validità è di 72 ore) oppure antigenico, ovviamente anche in questo caso negativo (validità di 48 ore).

Nel decreto si specifica l’obbligatorietà di avere il green pass base anche per poter accedere agli spogliatoi.

Le cose cambiano in zona arancione perché per poter entrare in palestre, piscine e circoli sportivi al chiuso servirà effettivamente il super green pass, cioè quello rilasciato soltanto a chi è vaccinato o guarito.

Capitolo zona rossa: gli impianti del fitness chiudono per tutti.

Giusto specificare anche le regole per chi vuole andare a sciare, vista l'imminente apertura degli impianti sciistici che, in alcuni casi, sono già attivi: qui le regole restano quelle attuali e ricalcano quelle delle palestre.

In caso di zona bianca e gialla per accedere serve il green pass base, in arancione è invece obbligatorio il green pass rafforzato mentre in zona rossa gli impianti restano chiusi al pubblico.

dal nostro corrispondente a Vigevano

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore