/ Pro Vercelli

Pro Vercelli | 10 luglio 2021, 14:48

Giuseppe Scienza: «Ho tanti difetti ma credetemi: sono un uomo vero»

«Dopo la famiglia, davanti a tutto io metto il mio lavoro di allenatore» - Alexa Casella: «E' il tecnico perfetto per questa Pro Vercelli»

Il direttore Casella e Giuseppe Scienza

Il direttore Casella e Giuseppe Scienza

La prima frase. «Sono onorato di essere qui e sono convinto di aver fatto la scelta giusta».

Tattica e filosofia calcistica. «Gioco con la difesa a tre, e questo quindi è un discorso di continuità con quando fatto dalla squadra allenata da Modesto, a cui auguro ogni bene. Voglio una squadra che non aspetta, voglio intensità. Posso giocare con il 3-5-2 oppure con il 3-4-1-2. Gli attaccanti, che siano da area di rigore o di movimento, devono dare tantissimo, soprattutto in fase di non possesso palla».

I maestri. «Si assimila da tutti gli allenatori. Ho imparato tanto da Edo Sonetti, da Mondonico, che si inventava una diavoleria per ogni partita, e soprattutto ho assimilato l'idea di calcio di Pippo Marchioro, mio allenatore a Reggio Emilia».

Il Nord e il Sud. «Sono piemontese, contento di allenare, quindi, qui, in Piemonte perché il Piemonte, calcisticamente parlando, è una terra di passione. E non lo nascondo: sono anche emozionato di allenare una squadra come la Pro Vercelli. Ma mi porto dietro i colori della Puglia e di Monopoli. Vedete, io ho mille difetti, ma sono vero. Dico quello che penso e sono aziendalista: per me il lavoro viene dopo la famiglia. Al Sud questo mio modo di essere l'hanno capito e lo hanno apprezzato, e io sono contento della mia esperienza con il Monopoli. Lì ho fatto cose importanti, qui spero di ripetermi e di fare ancora meglio».

Sala stampa della Pro Vercelli, ore 11 di sabato 10 luglio. Giuseppe Scienza, il nuovo allenatore della Pro Vercelli, parla per la prima volta alla stampa vercellese.

Finita “l'era Modesto” ne inizia un'altra.

«È il tecnico perfetto per un nuovo percorso. Le sue idee sono in completa sintonia con le nostre. A Monopoli, lo sanno tutti, ha fatto molto bene. Sono convinto che con lui “raccoglieremo” tanto» dice il direttore Alex Casella.

Giuseppe Scienza è stato la sua prima scelta, fin dopo i play off. Missione compiuta.

«L'anno scorso abbiamo piazzato De Marino alla Juventus, quest'anno Saro al Crotone. Abbiamo insomma valorizzato diversi elementi, molti dei quali sono rimasti, in rosa con noi. Ora si tratta di completare la squadra, creando il giusto equilibrio tra giovani e giocatori esperti» ha detto ancora Casella.

Prima della conferenza di Scienza, hanno preso i componenti del Consiglio di amministrazione, Franco Smerieri, Paolo Pinciroli, Anita Angiolini.

«Siamo ancora qua...»

Smerieri ha ricordato il lutto che ha colpito la vercellesi sportiva, e cioè la morte prematura di Paolo Sala. «Dobbiamo ricordarlo degnamente» ha detto il presidente.

La vice presidente Anita Angiolini ha ribadito il ruolo del calcio femminile, ma non solo. «Abbiamo in mente un progetto per ragazzi disabili» ha detto.

A sua volta, l'amministratore delegato Paolo Pinciroli si è augurato che finalmente il pubblico possa tornare negli stadi. «Attendiamo le prossime riunione della Lega, così da far partire, se possibile, la campagna abbonamenti».

 

Remo Bassini

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore