/ Pro Vercelli

Pro Vercelli | 03 maggio 2021, 11:40

Beffate le piemontesi, Novara out e Juve decima

Si chiude il sipario sul campionato, ci sono i verdetti della trentottesima giornata

Un'immagine di Pro Vercelli-Novara, prima di campionato

Un'immagine di Pro Vercelli-Novara, prima di campionato

Cala il sipario sul campionato di Serie C girone A: nel tardo pomeriggio di domenica 2 maggio si è conclusa (in contemporanea) la trentottesima giornata del torneo. Le emozioni, anche in questo finale, non sono mancate ed ora che i verdetti sono stati ufficializzati è corretto tirare le prime conclusioni: lascia la Serie C il Como che, con una vittoria rotonda, si prepara al campionato Cadetto. Crolla l’Alessandria di Longo, la Pro si fa beffare, il Renate arriva terzo e tre squadre toscane (Livorno, Lucchese e Pistoiese) abbandonano il mondo del professionismo.

 

L’ultima del torneo: ora i Playoff

Crolla sul finale, in casa, l’Alessandria di Mister Moreno Longo contro la Pro Patria per 0-1. I Grigi, forti del secondo posto matematico, hanno dato spazio a chi ha giocato meno durante l’anno. Gli ospiti, invece, sono passati in vantaggio al minuto 49 con Latte Lath. Al termine della gara, i Grigi chiudono al secondo posto con 68 punti totali. La Pro Patria raggiunge quota 61 e conquistano il quinto posto. Pareggio amaro per la Pro Vercelli in trasferta a Carrara: rigore sbagliato, occasioni sciupate e terzo posto sfumato. Al termine dei novanta minuti regolamentari i padroni di casa (già matematicamente salvi) chiudono al sedicesimo posto con 44 punti. Le Bianche Casacche lasciano le zone più nobili della classifica: quarto posto, e 63 punti; l’obiettivo decimo posto ampiamente raggiunto. Vince la Giana Erminio per 2-0 contro la Pistoiese: Perna (minuti 49) e Dalla Bona (minuto 83) ufficializzano la retrocessione per gli ospiti ed il proseguo nel mondo dei professionisti per la Giana. I padroni di casa, dopo i tre punti, chiudono il campionato a quota 44 e trovano il quattordicesimo posto. La Pistoiese, invece, con soli 31 punti, retrocede (diciottesimo posto) in Serie D.

Vince per 2-0 il Grosseto in casa contro l’Olbia. Moscati (minuto 15) apre le danze e Galligani, al settantaseiesimo, porta i suoi ai Playoff. I toscani, infatti, dopo la vittoria, chiudono il loro campionato a 54 punti trovando il nono posto. I sardi, invece, con 47 punti centrano il tredicesimo posto. Crolla in casa il Lecco per 1-2 contro la mina vagante Albinoleffe: gli ospiti si portano subito sul doppio vantaggio grazie a Borghini (minuto 25) e Petrungaro (minuto 29) e mettono le basi per una vittoria importantissima. I padroni di casa accorciano, al quarantasettesimo, con Iocolano ma non basta: sesto posto e 60 punti, L’Albinoleffe, invece, chiude a quota 57 e trova il settimo posto. Perde, in casa, per 0-2 il Livorno contro la Pro Sesto. Le reti di Bismark (minuto 63) e Marchesi, in pieno recupero, sanciscono la salvezza dei lombardi. I toscani abbandonano il mondo del calcio professionistico: 29 punti ed ultimo posto. La Pro Sesto, invece, raggiunge quota 43 e chiude diciassettesima. Crolla rovinosamente in casa il Novara per 0-5 contro la capolista Como. Gli Azzurri partono forte ma sbagliano il rigore. Dopo è solo Como in campo: Celeghin (minuto 44), Walker (minuto 49), Daniels (minuto 77), Ferrari (91’) e Vincenzi (93’) festeggiano nei migliori dei modi la promozione in B chiudendo a 75 punti. Il Novara chiude la stagione nel peggior modo possibile: 49 punti, undicesimo posto e Palyoff sfiorati.

 

Vince in rimonta per 3-2 il Piacenza di Mister Scazzola contro la Juventus U23: nel primo tempo sono i bianconeri a passare (per due volte) in vantaggio con Troiano (9’) e Fagioli (su rigore, munito 21). La squadra emiliana però ha saputo pareggiare per due volte il match: Cesarini, minuto 14, e Corbari (minuto 68) hanno siglato le reti del pareggio. È però Maio, in pieno recupero di secondo tempo, a regalare tre preziosi punti ai suoi. I padroni di casa terminano il campionato dodicesimi con 49 punti (con un punteggio che più si avvicina ai Playoff che ai Playout). I bianconeri, invece, restano a quota 52 e trovano la decima posizione. Vince e convince il Pontedera che affossa, in casa, per 5-1 la Pergolettese. Magrassi porta in vantaggio i suoi dopo nemmeno 120 secondi di gioco, Kanis pareggia (minuto 8) ma poi Risaliti, Magrassi ed ancora Magrassi indirizzano e chiudono il match. Il gol della “manita” arriva, su rigore, al minuto 49 con Gianti. I padroni di casa chiudono il campionato all’ottavo posto con 55 punti, la Pergolettese, invece, chiude quindicesima raggiungendo quota 44. A chiudere la giornata è stata l’importante vittoria, per 1-0, del Renate contro la Lucchese. È Nocciolini, in pieno recupero del primo tempo, a regalare la rete del definitivo terzo posto alla squadra lombarda (con 65 punti). La Lucchese abbandona il mondo del professionismo e ripartirà dalla Serie D: 31 punti e diciannovesimo posto disponibile.

Alessandro Borasio

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore