/ Attualità

Attualità | 25 maggio 2023, 08:14

Riapre il Centro per il trattamento del tabagismo

Asl, le iniziative per la giornata mondiale senza fumo

Fabrizio Marcolongo

Fabrizio Marcolongo

Il Centro è nuovamente attivo da alcuni giorni e ha un nuovo referente: il dottor Fabrizio Marcolongo, psichiatra di lungo corso approdato di recente al Ser.D. Il Centro di corso Prestinari 193 a Vercelli, è accessibile senza impegnativa e contattabile allo 0161/256257, dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 15.

In occasione della Giornata mondiale senza fumo, mercoledì 31 maggio dalle ore 9 alle ore 13, Marcolongo sarà presente nell’atrio dell’ospedale Sant’Andrea di Vercelli, nello stand dedicato ai percorsi di cura del tabagismo per fornire informazioni dettagliate sui percorsi di disassuefazione dal fumo. In quell'occasione saranno anche effettuate misurazioni strumentali della quantità di monossido di carbonio nell'aria espirata dei fumatori, con apposito strumento portatile in dotazione al Ser.D. (carbossimetro) e sarà, altresì, valutato il grado di dipendenza da nicotina, mediante la somministrazione di test specifici. Inoltre sarà distribuito anche del materiale informativo, realizzato dall'Osservatorio Epidemiologico dell'ASL VC.

Liberarsi dal “vizio del fumo” è possibile, anche con l’aiuto del Centro per il trattamento del tabagismo.

«L'ambulatorio, al quale potranno accedere coloro i quali intendono smettere di fumare – spiega il dottor Vincenzo Amenta, direttore del Ser.D - si prefigge di seguire il paziente nel percorso di cessazione del fumo di tabacco e propone un percorso multidisciplinare integrato di disassuefazione».

Si parte dalla visita medica specialistica Ser.D.: valutazione del grado di dipendenza dalla nicotina, misurazione strumentale del monossido di carbonio nell'aria espirata, terapia farmacologica con farmaci specifici per ridurre il desiderio compulsivo e l'astinenza associati alla cessazione del fumo, trattamenti sostitutivi a base di nicotina (cerotti, gomme da masticare), monitoraggio del peso corporeo).

Viene poi offerta attività di counseling psicologico motivazionale; l'invio del paziente a visita specialistica pneumologica; l'invio del paziente dallo psicologo per un adeguato supporto psicologico; eventuale partecipazione a gruppi motivazionali di supporto a sostegno del paziente tabagista.

«La scelta del miglior percorso terapeutico da intraprendere sarà concordata con il paziente e modulata, in base alle proprie necessità individuali, in un percorso flessibile», conclude Amenta.

 

redaz

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore