/ Attualità

Attualità | 28 novembre 2022, 10:23

Lavori sulla rete senza togliere la corrente: tecnica innovativa di E-Distribuzione

Utilizzata nel vercellese una metodologia all'avanguardia per gli interventi sulle linee ad alta tensione.

Lavori sulla rete senza togliere la corrente: tecnica innovativa di E-Distribuzione

Sono sei gli interventi eseguiti sulle reti vercellesi “in modo trasparente”, ossia utilizzando le tecniche all’avanguardia della squadra di lavori sotto tensione di E-Distribuzione (con il metodo a distanza e il metodo a contatto). Nel solo mese di ottobre, è stata evitata la disalimentazione di circa 800 clienti. Grazie all’utilizzo della nuova metodologia “a contatto”, con la quale i tecnici specialisti operano sulle reti di media tensione con appositi guanti isolati, è possibile la riparazione dei guasti senza disalimentare la clientela. Questa nuova metodologia di E-Distribuzione – la Società del Gruppo Enel che gestisce la rete a media e bassa tensione – prevede in tutt’Italia due squadre di sei tecnici qualificati che attualmente operano in Piemonte e nel Veneto.

Nel mese di ottobre, a Vercelli, gli operatori specializzati hanno eseguito - a bordo di uno speciale autocestello isolato o mediante alcune aste isolate - attività di manutenzione sugli elementi di rete in tensione. In particolare, la rimozione di piante rampicanti, il taglio di rami interferenti le linee elettriche e la sostituzione di alcuni isolatori, tutto senza dover procedere con la disalimentazione della clientela. L’introduzione di questa nuova tecnica, in abbinamento a quelle già consolidate, consentirà di aumentare considerevolmente il numero interventi che è possibile eseguire sulla rete, riducendo invece i disservizi per i clienti.

Con l’introduzione delle metodologie “a contatto” e “a distanza” – dichiara Enrico Bottone Responsabile di E-Distribuzione, area regionale Piemonte e Liguria - aumentano le possibilità di intervento sulle reti, creando sempre meno interruzioni per la clientela. Il Piemonte è stato scelto, insieme al Veneto, per introdurre questo nuovo metodo di lavoro che si è rivelato un successo. Nel solo mese di ottobre, a Vercelli, abbiamo evitato la disalimentazione di 800 forniture e la mancanza di servizio alla clientela per circa 12 ore”.

Dopo queste prime esperienze positive, saranno formate altre squadre per applicare sempre di più questo metodo di assoluta efficacia, che porta benefici ai clienti in ottica di qualità del servizio e garantisce la massima sicurezza per i nostri tecnici che si trovano ad operare sulle reti. Infatti, le due squadre specializzate hanno conseguito una preparazione altamente specialistica che ha comportato più di 1.000 ore di corsi di formazione e un’istanza ottenuta da Ministero del Lavoro. Ad oggi, nelle regioni di Piemonte e Liguria, sono stati eseguiti 124 interventi sotto tensione.

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore