/ Attualità

Attualità | 03 aprile 2021, 13:30

Il cibo, nostro prezioso alleato

Nel libro di Elena Dogliotti, "Una dieta per ogni età"

Il cibo, nostro prezioso alleato

Dalla pagina Facebook di Pianeta Salute (Mensile di Alimentazione, Benessere, Cultura, Medicina, Turismo, Tempo Libero e Musica) una recensione del libro di Elena Dogliotti, "Una dieta per ogni età".

Quanto e come il cibo possa influire sulla nostra salute, pur essendo uno dei temi più attuali, genera ancora molta confusione. La scienza però ha accertato che non esiste un solo tipo di alimentazione sana e soprattutto non esiste un’unica dieta che vada bene per tutti e a tutte le età. Che fare allora? Come orientarsi per salvaguardare la salute, godersi i piaceri della tavola e cercare di prevenire le malattie?

In Una dieta per ogni età, pubblicato da Sperling &Kupfer, la dottoressa Elena Dogliotti, Biologa Nutrizionista e Supervisore Scientifico della prestigiosa Fondazione Umberto Veronesi, spiega in modo semplice e accessibile come il cibo possa essere nostro alleato nelle diverse fasi della vita, fornendo consigli pratici applicabili alla quotidianità per l’infanzia, l’adolescenza, l’età adulta, la gravidanza, la menopausa el’«andropausa», la terza età.


Sulla base delle più recenti ricerche, suggerisce preziose indicazioni per cambiare in meglio il nostro stile alimentare ed evitare alcuni degli errori più diffusi.Il libro è completato da una serie di ricette sane e sfiziose, firmate tra gli altri da Marco Bianchi, Simone Salvini, Federica Gif e Irene Righetti. Parte del ricavato di questo libro finanzierà la ricerca scientifica d'eccellenza di Fondazione Umberto Veronesi,finalizzata a combattere le patologie che ancora oggi colpiscono numerose persone.ELENA DOGLIOTTI è laureata in Scienze biologiche e specializzata in Scienze dell’alimentazione presso l’Università degli Studi di Milano. Ha svolto la propria attività professionale presso l’ospedale San Raffaele di Milano, dedicandosi in particolare all’alimentazione preventiva nella calcolosi renale,e presso il centro di riabilitazione neuromotoria FERB dell’ospedale Uboldo di Cernusco sul Naviglio. Ha svolto attività di ricerca universitaria presso l’Unità di nefrologia e dialisi dell’ospedale San Paolo di Milano, anche come ricercatrice sostenuta dalla Fondazione Umberto Veronesi,nell’ambito della nutrigenomica.

Attualmente è divulgatrice e supervisore scientifico per Fondazione Umberto Veronesi esvolge attività di libera professione.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore