/ Arte e Cultura

Arte e Cultura | 26 dicembre 2020, 10:40

I Magnifici Sette dei libri di cinema 2020

Un testo di critica o di storia del cinema può essere appassionante quanto un’opera narrativa e aiutare a conoscere un universo tuttora fascinoso, magico

I Magnifici Sette dei libri di cinema 2020

Le vacanze di Natale, a partire dalla Vigilia fino alla Befana, vengono solitamente dedicate alle sale cinematografiche, fin dal pomeriggio quando genitori e figli convivono un fantasy o un cartoon o un cinepanettone, mentre la sera è appannaggio di giovani e adulti che, magari solo per quell’unica volta dell’anno, preferiscono godersi uno spettacolo ricco di effetti speciali o colpi di scena su grande schermo.

Quest’anno per la prima volta nella storia della Settima Musa i cinema sono chiusi, a tutto vantaggio delle tivù o dei dvd, con cui l’home video trionfa a livello casalingo. Ma se si volesse chiedere al cinema qualcosa in più di una semplice visione o dei pettegolezzi da social e rotocalchi, allora un buon libro può servire all’occasione.

Infatti un testo di critica o di storia del cinema può essere appassionante quanto un’opera narrativa e aiutare a conoscere un universo tuttora fascinoso, magico e artisticamente illimitato. Ecco quindi i ‘magnifici sette’, non il celebre western ma una scelta oculata dei migliori volumi usciti nel 2020.

Per cominciare Al cinema con lo psicanalista (Lingiardi) è un testo molto accessibile, al di là del titolo, perché l’autore (psichiatra autentico) affronta decine e decine di film soprattutto recenti dopo averli visti e discussi con i propri parenti ricavandone indicazioni utili e appaganti per ogni lettore

Dal semplice al complesso: Il metodo. Volume I (Ejzenštejn) è l’ultimo scritto teorico rimasto incompiuto a causa della morte, appena cinquantenne del grande regista russo, dalla raffinatissima cultura enciclopedica, che, pur in un regime chiuso in se stesso, egli sa elaborare sino a fornire una vera e propria estetica dell’arte.

Il cinema quale linguaggio universale in grado di coinvolgere etnie diverse è in fondo il tema di Giuliana Napoli / New York / Hollywood, della Muscio, la quale si concentra in particolare sulle vicende dell’emigrazione artistica italiana che, dai primi del Novecento, cambierà via via tanto il cinema americano quanto l’immagine degli Italiani negli Stati Uniti.

I film sono spesso tratti da romanzi, racconti, drammi e commedie: e fra le penne più saccheggiate da registi e sceneggiatori figura quella dello svizzero George Simenon con La letteratura al cinema, a cura di Brotto e Motta, che raccolgono dieci saggi sui rapporti fra la macchina da presa e la pagina scritta tratta sia dal giallista sia dall’Autore con la A maiuscola.

E Autore (o meglio Autrice) è anche Franca Valeri, scomparsa nel 2020, e volto noto del cinema, della tivù e soprattutto del teatro, di cui il volumone Tutte le commedie resterà e desterà forse il ricordo definitivo: dodici pièces autografe (più vari sketches in appendici) rappresentate soprattutto in palcoscenico, ma nelle quali si possono rintracciare i segni delle ironiche figure di tanti suoi lungometraggi.

Accostabile alla Valeri per una vis comica però trasformata in una visionarietà quasi surreale risulta senza dubbio il Federico nazionale che in La cartomante di Fellini (Ceratto Boratto) viene descritto dalla figlia giornalista di una celebre attrice (Caterina Boratto); sul set di 8 1/2 appena sedicenne, Marina leggerà per tutta la vita i tarocchi al grande regista per tenerne lontani i demoni.

Il cinema di Fellini è molto amato da Woody Allen, sul quale, anche in Italia, escono ormai tanti libri (alcuni magari inutili): ma Il mondo di Woody (Escobar) resta oggi la miglior biografia perché si basa soprattutto sull’analisi di tutti i suoi film, in una dialettica arte/vita che ha pochi eguali nel microcosmo della celluloide. Il

 

Indici dei libri consigliati in ordine alfabetico per autore

Ceratto Boratto Marina, La cartomante di Fellini. L’uomo, il genio, l’amico, Baldini+Castoldi.

Ejzenštejn Sergej M., Il metodo. Volume I a cura di Alessia Cervini, Marsilio.

Escobar Roberto, Il mondo di Woody, Il Mulino.

Lingiardi Vittorio, Al cinema con lo psicanalista, Raffaello Cortina.

Muscio Giuliana, Napoli / New York / Hollywood, Dino Audino.

Simenon George, La letteratura al cinema, a cura di Brotto Denis e Motta Attilio, Marsilio.

Valeri Franca, Tutte le commedie, La Tartaruga.

 

Guido Michelone

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore