/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | 19 novembre 2020, 16:14

Tamponi rapidi per operatori e ospiti della Cascina Bargé

A eseguire lo screening sarà l'assessore Olivetti, che nella vita professionale è infermiera al Sant'Andrea

Tamponi rapidi per operatori e ospiti della Cascina Bargé

Il 24 novembre sono in programma i tamponi rapidi per gli operatori e gli ospiti della cascina Bargè. A eseguire i test sarà l'assessore Ombretta Olivetti, che nella vita è infermiera all'ospedale Sant'Andrea e che si presterà per effettuare lo screening.

«Le persone da controllare - dice Olivetti - sono 25 e il controllo sarà ripetuto ogni 25 giorni al fine di garantire la sicurezza di chi accede al servizio. Qualora si accertassero delle positività, sarà eseguito subito e sempre da me il tampone molecolare da inviare al Sisp».

I tamponi sono stati consegnati dal Dirmei, il dipartimento interaziendale per le malattie infettive.

«Continua la collaborazione tra Asl e Comune di Vercelli per affrontare l’emergenza Covid-19 - aggiunge Olivetti -: questa volta pensando ai soggetti fragili e alle loro famiglie. Abbiamo optato per questa soluzione in quanto si vuole garantire un intervento di screening dedicato, in un contesto conosciuto dagli utenti, al fine di arrecare loro il minor disturbo dal punto di vista psicologico».  

Conclude il consigliere e presidente della commissione regionale Sanità, Alessandro Stecco: «I tamponi rapidi sono oggi un vero spartiacque per poter riprendere gli spazi, i luoghi e le attività che il Covid ci ha fatto sospendere o messo in crisi. Il flusso continuo di rifornimenti garantirà all'Asl e alle Rsa un sempre maggiore controllo dei contagi e una crescente disponibilità anche per enti locali e privati, così da avere una più alta possibilità di ripartire con progetti di comunità. Sottolineo l'ottimo lavoro dell'assessore Olivetti e del comune in questo specifico ambito».

 

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore