/ Cronaca

Cronaca | 11 febbraio 2016, 08:00

Autovelox, Velo Ok, Targasystem: dove sono nel vercellese?

I DISPOSITIVI FISSI DI CONTROLLO DELLA VELOCITA' SONO UNDICI; ALCUNI CENTRI SI STANNO DOTANDO DELLE COLONNINE ARANCIONI E POI C'E' IL RILEVATORE CHE CONTROLLA SE ABBIAMO FATTO LA REVISIONE E PAGATO BOLLO E ASSICURAZIONE. ECCO CHI LI UTILIZZA

Uno dei Velo Ok di San Germano

Uno dei Velo Ok di San Germano

L'ultimo, tra gli autovelox installati dalla Provincia di Vercelli, è stato acceso il 9 gennaio scorso a Gattinara sulla sp 142 per Biella, a pochi metri dall'incrocio che conduce al centro abitato di Lozzolo. Va a rilevare la velocità in una zona dove, fortunatamente, non si sono verificati molti incidenti gravi, ma dove la presenza di edifici e aziende (e dell'incrocio per un centro abitato) rende comunque necessario un deterrente all'alta velocità. Su quel tratto il limite imposto è di 70 chilometri orari, considerato “equo” sia per garantire la sicurezza che per garantire la fluidità del traffico. Ma, disseminate sulle strade provinciali, ci sono ben 11 postazioni per il rilevamento della velocità. Alcune attese da anni, come quella che dagli ultimi mesi del 2015 è stata accesa in frazione San Silvestro a Crescentino; altre ormai considerate “storiche” come quella posta all'ingresso dell'abitato di Borgo Vercelli. In tutti questi casi (vedi tabella) il limite imposto è di 90 chilometri l'ora.

Nel frattempo, però, anche i Comuni si stanno attrezzando per i tratti di propria competenza. All'interno dei centri abitati, si sa, il limite di 50 chilometri l'ora non sempre viene rispettato. E questo, soprattutto se i paesi si sviluppano lungo strade particolarmente trafficate, finisce inevitabilmente per creare oggettive situazioni di pericolo. Tra i primi ad attrezzarsi per ottenere che i guidatori rispettino i limiti c'è il Comune di Greggio che, poco prima di Natale, ha posizionato cinque colonnine arancioni per il rilevamento della velocità. I tanto contestati “Velo ok” fanno capolino a distanza regolare lungo tutto il tratto urbano della strada che collega Vercelli alla Valsesia. Il primo si trova di fronte al cimitero, a poche decine di metri dall'inizio del limite dei 50 all'ora: chi ha il “piede pesante” è avvertito...

Situazione simile a quella di Greggio (cioè molte abitazioni poste a fianco di un'arteria di trafficata e che invoglia alla velocità) è quella di San Germano Vercellese: anche in questo caso sono state posizionate due colonnine arancioni a presidiare gli ingressi del centro abitato.

Non c'entrano con la velocità, invece, i dispositivi Targasystem utilizzati dalle Polizia locali di mezzo vercellese. Sono anch'essi rilevatori, ma controllano che il veicolo sia in regola dal punto di vista assicurativo e amministrativo, quindi che siano stati pagati assicurazione, bollo e che sia stata eseguita la revisione periodica. Se sforate un po' il limite di velocità, dunque, nessuna multa (dalla quale, però non vi salverete se non siete assicurati!). Il Targasystem è in dotazione alla Polizia municipale di Vercelli e anche alla “Nuova Luce” che svolge servizio a Santhià, Tronzano, Bianzè, Alice Castello, Crova, San Germano, Moncrivello, Olcenengo, Sali, Salasco, Casanova e Ronsecco.

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore