/ Gattinara-Valsesia

Gattinara-Valsesia | 04 marzo 2024, 18:06

«Grazie Manuela, parrucchiera per 35 anni»

Serravalle, una singolare storia di famiglie che hanno nel dna l'amore per le acconciature.

Manuela Ferro all'opera

Manuela Ferro all'opera

A Serravalle, nella seconda metà del '900, c’erano ancora quattro barbieri: Bruno Ferro, Nino Greco, Afro Mattioli, Andrea Bonaccorso e molte parrucchiere, ma la storia della famiglia Ferro s’intreccia singolarmente con quella dei Bonaccorso.

Manuela Ferro, figlia di Bruno, nel 1987 aprì un negozio di parrucchiera all’angolo della piazza, cui poi aggiunse una profumeria. La sua era una passione coltivata negli anni, molto più di un lavoro. Acconciature e taglio erano inconfondibili. Manuela dedicò alla sua attività l’intera vita, senza trascurare la famiglia, il marito Renzo Colombo e la figlia Beatrice. Negli ultimi anni la mamma Vivette era diventata più fragile e quindi spesso scendeva in negozio e stava lì seduta al pomeriggio, per stare in compagnia e sfuggire ai pensieri che la rattristavano. Manuela per problemi di salute, fortunatamente migliorati nell’ultimo periodo, ha dovuto anticipare la sua “uscita di scena”, affidando con orgoglio il suo negozio a Rossana Mazzone, originaria della frazione Gattera, che nel 1989 aveva aperto un negozio di parrucchiere da uomo in piazza a Borgosesia, cui, qualche anno dopo, si era unito il fratello Cristian.

Nel 2016 Rossana ha aperto un nuovo spazio a Borgosesia, nella “Rua” e ora, che ha rilevato l’attività di Manuela a Serravalle, ringrazia per la fiducia accordatale, sentendosi erede di una tradizione che è andata evolvendosi nel tempo. Il marito di Rossana, il batterista Nino Bonaccorso, è figlio del barbiere Andrea, che aveva bottega a un tiro di schioppo da Bruno, papà di Manuela: per singolare destino i discendenti continuano a tagliare barbe e capelli, e a creare moderne acconciature femminili.

Per Serravalle significa un’attività che prosegue, un negozio che ogni mattino si apre e accoglie persone, contribuendo a mantenere vivo il paese.

Piera Mazzone

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore