/ Cronaca

Cronaca | 17 giugno 2023, 10:31

«Suo figlio rischia l'arresto, prepari i soldi per la cauzione»: tre tentate truffe in un solo giorno

Indagini in corso per identificare il soggetto che ha ha contatto tre anziani a Crescentino.

«Suo figlio rischia l'arresto, prepari i soldi per la cauzione»: tre tentate truffe in un solo giorno

Ancora un tentativo di truffa, ai danni di persone anziane, da parte di un soggetto senza scrupoli, sulla cui identificazione stanno ora indagando i Carabinieri della Stazione di Crescentino, che usato la tecnica del falso militare dell’Arma.
        Con tre distinte telefonate, nella giornata di venerdì 16 giugno, l'uomo ha contattato una 90enne, un 84enne e una 79enne, prospettando loro la grave difficoltà in cui si sarebbe trovato un loro figlio a seguito di un incidente stradale, paventando la possibilità che egli venisse arrestato per avere causato dei feriti; ovviamente, l’arresto sarebbe stato scongiurato versando come cauzione tutto ciò che era in loro possesso, tra denaro, monili ed altri oggetti di valore, che sarebbero stati ritirati di lì a poco da un avvocato.
        Tuttavia, questo tentativo truffaldino è andato a vuoto: tutti e tre gli anziani avevano avuto modo, infatti, di partecipare a degli incontri informativi su questo fenomeno, tenuti a cura dei Carabinieri – quelli veri! – negli ultimi tempi anche a Crescentino.
        L’attenzione, comunque, deve rimanere alta, poiché questo episodio dimostra che i tentativi di truffa vengono commessi addirittura “a strascico”, ovvero effettuando telefonate in serie, recitando sempre la stessa triste commedia, finché si trova un soggetto più debole, o meno informato, degli altri che ci casca. «Nel dubbio - è il consiglio ell'Arma - mai aderire a richieste sospette, ancorché accorate o compassionevoli: meglio contattare subito il più vicino Comando dell’Arma – anche attraverso il 112 – per capire meglio come stiano realmente le cose».

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore