/ Politica

Politica | 02 dicembre 2022, 19:22

"L’acqua è un bene comune e deve rimanere pubblica"

"Le decisioni di governo dell'acqua di Vercelli NON competono ad ASM-ex ATENA, ma ai 25 SINDACI membri della Conferenze di ATO2 – Autorità d’Ambito Biellese Casalese Vercellese"

"L’acqua è un bene comune e deve rimanere pubblica"

 

Da Comitato Acquabenecomune del vercellese Unione Popolare Vercelli riceviamo e pubblichiamo.

 

 

Le decisioni di governo dell'acqua di Vercelli NON competono ad ASM-ex ATENA, ma ai 25 SINDACI membri della Conferenze di ATO2 – Autorità d’Ambito Biellese Casalese Vercellese.

Essi devono aggiornare almeno ogni tre anni il Piano d'Ambito che stabilisce le finalità, priorità ed entità degli investimenti idrici, gli obiettivi della gestione, dai quali deriva l'ammontare della tariffa che deve coprire solo i costi di gestione e di investimento (full cost recovery), ESCLUDENDO IL PROFITTO, abrogato dal Referendum del 2011.

Nella realtà vercellese purtroppo le cose Non stanno così

Il Piano d’Ambito dell’ATO2 risale al 2006, è stato rivisto in parte nel 2014 e non è stato più aggiornato, come se la situazione idrogeologica del territorio fosse rimasta da allora immutata e la crisi climatica con le sue conseguenze come la siccità non fossero allarmanti.

Negli anni successivi al 2014, ATENA SpA è diventata ASM S.p.A. della quale IREN ha poi acquisito la maggioranza del capitale, facendo così decadere l’affidamento diretto “in house” della gestione del Servizio Idrico Quando, come in questo caso, il Comune rinuncia alla proprietà del servizio, le leggi nazionali ed europee impongono che esso sia privatizzato attraverso una gara d’appalto. ATO2 ha invece costituito nel 2006 un’azienda denominata “ATO2ACQUE S.C.A.R.L.” con il compito di unificare le 6 aziende idriche operanti nel territorio di ATO2, in un gestore unico d’ambito al quale poter nuovamente affidare – senza gara – il servizio idrico.

Tutte le concessioni del Servizio Idrico di ATO2 vanno a

SCADENZA IL 31 DICEMBRE 2023

e pare che la volontà del Comune di Vercelli sia di privatizzare il sistema idrico alla scadenza dell'attuale concessione avvalendosi dello stravolgimento dell’Art. 8 della Legge delega n. 118/2022 che potrebbe introdurre nel decreto attuativo sulla Concorrenza, proprio la PRIVATTIZZAZIONE dei servizi pubblici locali a partire da quello dell’ACQUA

Difendiamo il ruolo e l’autonomia dei Comuni italiani e il futuro delle nostre Aziende di Servizi Pubblici locali per mantenerle al SERVIZIO dei cittadini e non del profitto.

Occorre mettere in campo una fortissima pressione sul Parlamento per impedire questo ennesimo colpo di mano contro l’acqua, i beni comuni e i diritti.

Sosteniamo i Sindaci dell’ATO2 in modo da assicure alla Città di Vercelli un governo dell’acqua PUBBLICO, trasparente e partecipativo.

 

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore