/ Basket

Basket | 18 novembre 2022, 18:44

Basket Promozione: prima sconfitta (su 4 gare) per i Mooskins

Al Palapiacco, 58 a 71 per la Virtus Verbania, più precisa al tiro. Gara combattuta fino all'ultimo secondo, i ragazzi di Rigolone lasciano il primo posto.

Basket Promozione: prima sconfitta (su 4 gare) per i Mooskins

Mooskins Vercelli – Virtus Verbania 58-71

(11-17; 13-16; 18-24; 16-14)

Mooskins: Leone (16), Gobbo (15), Olmo (8), Motti (6), Barale (5), Corino (3), Diliddo (2), Nicolazzini (2), Simone (1), Rigolone, Gobetti, Ghezzi.

Coach Paolo Rigolone, primo assistente Giorgio Lobascio, secondo assistente Pier Paolo Ghezzi.

 

Scontro al vertice, giovedì sera al Palapiacco, nel campionato di Basket Promozione tra Mooskins Vercelli e Virtus Verbania; hanno vintogli ospiti, meritatamente (ma con un po' di complicità arbitrale).

Una partita combattuta tra le due prime della classe – i Mooskins si sono battuti fino all'ultimo secondo, quando ormai i giochi erano fatti – e per certi versi anche equlibrata: stessa intensità di gioco, stessa bravura (o meno) nei blocchi difensivi, nei contropiedi e anche tra i singoli ci sarebbe stata una sostanziale parità di prestazione ad eccezione della cosa che nel basket conta di più: i canestri. Più bravi al tiro i cecchini della Virtus Verbania, ora al primo posto: 4 vittorie su 4 gare, mentre i vercellesi si bloccano per la prima volta (3 vinte su 4).

Primo quarto. Il coach Paolo Rigolone propone questo quintetto: Leone, Motti, Gobbo, Diliddo, Olmo. La gara è combattuta, le squadre ribattono colpo su colpo (per la cabala: dopo 4 minuti il punteggio è di 4 a 4) ma ecco che, sul risultato di 9 a 9, gli ospiti prendono il largo: 9 a 15 in due minuti, e per i vercellesi, la gara si fa in salita: 11 a 17 il primo quarto.

Nel secondo quarto i Mooskins non mollano ma non riescono a recuperare più di tanto: si va al riposo a meno 9: 24 a 33 (13 a 16 il parziale).

La gara, a questo punto, è ancora aperta.

Terzo tempo: la differenza tra le due squadra si accentua grazie anche a una serie di realizzazioni da 3 degli ospiti. I Mooskins, incitati dal coach Rigolone, hanno comunque avuto il grande merito di non mollare mai, meritando gli applausi del (poco per la verità: una trentina di persone) pubblico. Il terzo quarto (parziale di 18 a 24) si chiude a meno 15: 42 a 57.

E nell'ultimo quarto, la Virtus Verbania controlla, si difende con ordine e contrattacca, ma i Mooskins limitano comunque i danni con una prestazione di carattere, fino all'ultimo secondo. Punteggio finale 58 a 71 (ultimo parziale – piccola consolazione - a favore dei vercellesi: 16 a 14).

rb

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore