/ Arte e Cultura

Arte e Cultura | 25 aprile 2022, 19:54

Un romanzo per tutti: per gli adolescenti, per chi lo è stato e ora rivive quell’età dai forti contrasti

“L’anno in cui tutto è cambiato” di Laura Macaluso

Un romanzo per tutti: per gli adolescenti, per chi lo è stato e ora rivive quell’età dai forti contrasti

E' un fiume in piena Laura Macaluso che nel suo romanzo “L’anno in cui tutto è cambiato” travolge, appassiona, cattura il lettore che entra nelle vicende del testo trascinato e coinvolto con viva partecipazione.

La storia di Rebecca, “la ragazza perfetta”, e di Adam, dagli “occhi meravigliosi”, diventa la storia dei lettori che non possono fare a meno di entrare nella vicenda narrata.

“L’anno in cui tutto è cambiato” è un romanzo di formazione, di crescita; è avvincente ed è frutto di ricerche, di molto tempo.

E’ un romanzo per tutti, per gli adolescenti, per chi è stato adolescente e ora rivive quell’età dai forti contrasti.

I messaggi di Laura, scrittrice dalla grande sensibilità, arrivano al cuore, perché trasmettono “valori universali”, li si colgono tra le righe e sono messaggi che diventano spunto di riflessione.

Alcuni personaggi, alcune situazioni sono parte di Laura , frutto di alcuni cambiamenti che hanno dato una svolta alla vita della scrittrice portandola a meditare sul destino, sul caso , sulla vita che dona e che toglie. Dalla vita bisogna trarre sempre e comunque forza per se stessi, guardandosi dentro, non dando nulla per scontato, per apprezzare ogni attimo da condividere con le persone importanti per noi.

Un invito a non sprecare il tempo, le occasioni, i momenti veri, quelli importanti con le persone care.

Scrivere per Laura è passione, una passione coltivata sin da bambina.

Nel suo avvincente libro vengono raccontate le vicende dei due protagonisti che si intrecciano in California durante l’ultimo anno della scuola superiore, l’anno del diploma, nella prestigiosa “Wharton High School” a Miracle Beach.

Attorno a loro ruotano tanti personaggi, tutti ben delineati fisicamente e psicologicamente dall’abile penna di Laura Macaluso attraverso le varie sfaccettature della loro personalità.

Adam si trasferisce con la famiglia dall’Arizona alla California perché il padre ha ereditato un ristorante. Adam vive il cambiamento crescendo, maturando attraverso tante difficoltà in una scuola in cui sono evidenti le differenze sociali .

Rebecca vive in una gabbia dorata e scopre, grazie ad Adam, il significato della parola libertà, il senso di questa parola.

I due ragazzi hanno famiglie assai differenti: tanto algida la famiglia di Rebecca, quanto calorosa la famiglia di Adam.

Adam arriva in California spaesato e ha tanta nostalgia del suo passato, dei suoi amici che ha dovuto lasciare. Il cambiamento di vita però può rivelare non solo amarezze, ma anche piacevoli sorprese, nuove amicizie.

E’ Rebecca a consolare Adam : “Forse devi solo cambiare il punto di vista . Forse dovresti considerare il fatto che potresti raggiungere la meta dei tuoi sogni proprio perché hai cambiato percorso.”

La vita a volte è una Jungla, è lotta, è competizione, è sopravvivenza.

Nel romanzo, brillantemente scritto dall’autrice, emergono tematiche legate all’adolescenza, all’anoressia, a problematiche di questa fase della vita, alla spensieratezza di giovani che si aprono alla vita, quella dei mutamenti, quella della ricerca della propria identità, in un climax di eventi che fanno sentire il lettore coinvolto emotivamente.

Amicizie, tradimenti, invidie, gelosie, amori, falsità, solidarietà, addii, lutti, rivoluzioni interiori ed esteriori, solidarietà, rapporti fraterni, destini che si intrecciano sono tra gli elementi che caratterizzano il libro la cui storia potrebbe essere realizzata sul “grande schermo”.

E poi la cucina, la tradizione della nostra cucina italiana che la famiglia King porta in California con l’apertura del ristorante il cui nome evoca una bella storia d’amore.

La cucina unisce; cucinare è amore, cucinare per gli altri, per i propri cari è fantasia, è creatività, è dedicare il proprio tempo alle persone amate.

La cucina del libro è parte autobiografica per Laura. Affiorano i ricordi di colei che ha tramandato l’arte della cucina.

E’ nonna Angela, a cui è dedicato il libro ,che viene ricordata con tanto amore.

Nonna Angela è l’angelo del focolare, ha trasmesso il valore della buona cucina che unisce la famiglia.

“L’anno in cui tutto è cambiato” ci emoziona , ci fa riflettere, ci fa capire che nella vita bisogna essere coraggiosi, che le aspettative sono pericolose, che non bisogna guardare l’apparenza, che non è giusto avere pregiudizi, che è necessario “essere sinceri con se stessi”, che bisogna coltivare le proprie passioni, come ha fatto Laura con la lettura e la scrittura, quelle passioni che sono la benzina per l’esistenza

Rebecca ama la lettura e la scrittura, la sua biblioteca è infinita; Adam è uno sportivo, ama la musica, sa suonare, canta bene, sa cucinare. Ognuno ha i propri talenti che vanno coltivati, valorizzati.

L’amicizia nasce graduale tra i due ragazzi che si fidano, si confidano, si integrano, si completano in un girotondo di avventure, di sorprese.

E’ il gioco delle parti della vita che unisce, divide, ricongiunge e puntualmente chiede di meditare sul suo senso, sulla conoscenza di sé , degli altri.

La vita impone maschere.

E come non pensare al grande scrittore siciliano Luigi Pirandello?

Laura è nata a Vercelli, ma è di origine siciliana, della bella Sicilia, culla di grandi scrittori.

Laura ha nel sangue la Letteratura, la poesia, la bellezza dello scrivere con tanta passione, con un grande amore che vibra nelle sue parole: una sfida scrivere.

La vita è una sfida.

Dice il nonno di Adam: “Le sfide migliori sono quelle che fai con te stesso. Non esiste un avversario più difficile da vincere, sai?”

Laura questa sfida l’ha vinta!

 

 

Dalla quartta di copertina:

Laura Macaluso nasce nel 1994 a Vercelli ma è di origini siciliane. Ha scoperto la magia nascoste nelle parole da bambina e da allora non ha mai smesso di usarle per riempire pagine su pagine e dare vita alle storie che le popolano le mante. Dopo la laurea in Culture e Letterature del Mondo Moderno a Torino, ha frequentato a Milano il Master in Arti del racconto: letteratura, cinema, televisione. Quando non è impegnata a raccontare le vicissutidini dei suoi amati personaggi, divora libri e serie tv come se non ci fosse un domani. “L'anno in cui tutto è cambiato” è il suo primo romanzo.

“L'anno in cui tutto è cambiato” 17,90 euro (2,99 l'ebook) su Amazon.

Sabrina Campisi

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore