/ Politica

Politica | 24 maggio 2021, 20:32

A Vercelli la nuova sede italiana di A.Raymond

Corsaro: «Un grande risultato per la nostra città: dimostriamo che Vercelli non è votata solo alla logistica, ma anche alla produzione vera e propria. Lo stabilimento sarà a basso impatto ambientale e utilizzerà la geotermia e tutte le nuove tecnologie volte a tutelare l'ambiente e i lavoratori»

A Vercelli la nuova sede italiana di A.Raymond

Con l'acquisto di 90mila metri quadri nell'area di Larizzate, A.Raymond, uno dei leader mondiali nel campo della produzione di tecnologia in materia di fissaggio e assemblaggio - che ha l'automotive come mercato principale - si prepara a costruire a Vercelli la sua nuova sede con la prospettiva di ampliare lavorazioni e portare nuova occupazione. L'accordo con il Comune, frutto di un lungo lavoro di ricucitura e di una trattativa portata avanti da mesi direttamente dal sindaco Andrea Corsaro, è stato firmato lunedì e contestualmente la giunta ha approvato anche lo schema di convenzione urbanistica.

«Portiamo a Vercelli un'azienda storica, con con migliaia di dipendenti nel mondo - commenta soddisfatto il primo cittadino -. L'insediamento dimostra che la nostra città non è votata solo alla logistica, ma anche alla produzione vera e propria. Lo stabilimento sarà a basso impatto ambientale e utilizzerà la geotermia e tutte le nuove tecnologie volte alla tutela dell'ambiente e dei lavoratori».

Dietro le quinte della trattativa è impossibile non ricordare che già nel 2018 l'azienda aveva manifestato l'intenzione di trasferire a Vercelli le lavorazioni attualmente svolte a Carisio: una manifestazione di interesse fatta con l'obiettivo di ampliare lo stabilimento ed espandersi. Ma l'allora amministrazione guidata da Maura Forte preferì l'offerta dei lionesi di Aprc, società che poi non diede seguito a quanto previsto nel contratto preliminare. Così l'attuale amministrazione, dopo aver riottenuto la piena disponibilità dei terreni (oltre che della caparra versata alla firma del preliminare), ha ripreso i contatti con A.Raymond, arrivando a definire il preliminare di vendita. 

Nel giro di sei mesi dovrebbero essere ultimate anche tutte le pratiche edilizie per l'apertura del cantiere nel 2022.

«E' una bella giornata per Vercelli - commenta Corsaro - si chiude positivamente un lungo periodo di trattative che hanno richiesto molto lavoro e molto impegno. E' sempre un'emozione portare a casa un risultato importante per la nostra città».

A. Raymond, azienda nata in Francia nel 1865, è presente in 25 Paesi, con 26 stabilimenti, e da sempre ha sviluppato una forte sensibilità, attenzione e rispetto verso le risorse umane, considerate di importanza strategica per tutto il network. La Raymond Italiana è un punto di riferimento nell’innovazione e ha fatto di Industria 4.0 il suo modello di sviluppo e il digital innovation hub Piemonte (DIH Piemonte) svolge attività di assistenza alle aziende nell’ambito del processo di trasformazione digitale in ottica «Industria 4.0», facendo da intermediario fra i competence center e le imprese

I settori di attività in Italia riguardano l’ingegneria e i servizi di progettazione di soluzioni personalizzate, simulazione digitale e stampa 3D, trasformazione del metallo, iniezione plastica con soluzioni di stampaggio per oltre 300 materiali. L'azienda investe ogni anno il 6 % del fatturato in ricerca e sviluppo e la maggior parte degli addetti è di alta professionalità (13% laureati, 55% diplomati, 7% scuole di specializzazione tecniche).

fr

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore