/ Arte e Cultura

Che tempo fa

Cerca nel web

Arte e Cultura | 23 settembre 2019, 15:05

Il museo di Archeologia e Paleontologia svela al pubblico i suoi segreti

BORGOSESIA: PRONTO IL CALENDARIO DELLE INIZIATIVE INVERNALI

Il museo di Archeologia e Paleontologia svela al pubblico i suoi segreti

Visite guidate, manifestazioni e laboratori per far conoscere una realtà museale straordinaria per valore e qualità del materiale conservato. Con l’autunno, arrivano nuove proposte al Museo di Archeologia e Paleontologia Carlo Conti di Borgosesia, per accogliere grandi e piccini.

Il primo evento in programma è domenica 29 settembre, quando – dalle 14 alle 18 - ci sarà l’apertura straordinaria dalle sale espositive in occasione della 3° giornata Nazionale dei Piccoli Musei Italiani: «I ragazzi dell’alternanza scuola-lavoro dell’Istituto Ferrari curano le visite guidate – spiega la direttrice del Museo, Viviana Gili – e viene anche proposta un’attività per i più piccini, che potranno creare un oggetto legato al tema del Museo. La giornata è organizzata a livello nazionale dall’Associazione Piccoli Musei. Ci auguriamo di ricevere molte visite – continua Gili – in modo da poter trasmettere a un pubblico sempre più ampio la ricchezza di questo museo, che custodisce le origini dell’intero territorio valsesiano».

Le iniziative proseguono poi domenica 13 ottobre, con un’apertura straordinaria dalle 14 alle 18 in concomitanza con la mostra-mercato dei minerali che si tiene al Teatro Pro Loco.

«Con la riapertura delle scuole abbiamo ripreso anche i laboratori didattici – dice ancora la direttrice – rivolti a tutti gli ordini di scuole della città, dall’Infanzia fino alla Secondaria di secondo grado: lo scorso anno abbiamo tenuto ben 51 laboratori, tutti molto apprezzati sia dagli alunni che dagli insegnanti. Il Museo è inoltre punto di riferimento per diversi studenti che scelgono di fare qui l’esperienza dell’alternanza scuola-lavoro – aggiunge la direttrice Gili – dimostrando grande entusiasmo: lo scorso anno i ragazzi dell’alternanza hanno collaborato alla realizzazione della campagna social realizzando un video promozionale per FB e  piccoli video che si trovano su Instagram (ogni martedì è possibile partecipare ad un sondaggio nelle “storie di Instagram” legate al Museo) inoltre sono stati impegnati nell’attività di inventario e schedatura dei testi. Insomma – conclude entusiasta Viviana Gili - i giovani sono parte integrante della nostra attività!».

Molto soddisfatto dell’andamento del Museo è anche l’assessore Paolo Urban, che ha la delega proprio a questa struttura: «L’attività del Museo ha subito una notevole sferzata nell’ultimo anno – afferma con convinzione Urban – con la nuova direzione abbiamo avviato una serie di appuntamenti che hanno aumentato il numero degli accessi, ma soprattutto si respira grande entusiasmo e progettualità: per il 2020 abbiamo in serbo diverse idee, che daranno lustro al nostro Museo. Intanto sono felice di ricordare che il Comune si è impegnato affinché tutti i laboratori proposti siano gratuiti per tutte le scuole di Borgosesia, ma possono partecipare anche tutte le scuole degli altri paesi del territorio, versando un contributo minimo, pari a 3 euro per alunno: un ulteriore incentivo a portare bambini e ragazzi all’interno di queste sale, dove si viene a contatto con i primordi del nostro territorio».

Intanto, fino al 30 settembre, è ancora possibile partecipare al concorso “Wiki loves monuments Italia” caricando sul sito del concorso una fotografia del Museo: la partecipazione è libera e gratuita, basta registrarsi sul sito Wikimedia Commons, dove si trovano tutte le indicazioni del caso.

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore