/ Arte e Cultura

Che tempo fa

Cerca nel web

Arte e Cultura | 14 gennaio 2021, 11:30

Amore, sesso, violenza, gelosia, tradimento

“Relazioni instabili”, il nuovo libro del sessuologo e docente universitario Carlo Rosso

Amore, sesso, violenza, gelosia, tradimento

Che cosa è una relazione? Un rapporto tra due persone. Se ammettiamo che i termini di questa relazione sono delle singolarità, come, senza dubbio lo sono un uomo e una donna, vediamo che questa relazione non può che essere «antisimmetrica», dice Alain Badiou, e, aggiungo io, dunque «instabile». Certo questo essere in relazione implica punti di contatto, non tali però da essere la toppa nella chiave l’uno per l’altra. Ecco cosa siamo quando siamo in due a condividere un destino. Ma quale? Minuchin, psichiatra argentino esperto in terapia di coppia, ha affermato che «ogni matrimonio è un errore. Ciò che conta è come lo si affronta». Provare a vivere in un errore è quindi il destino di chi osa la vita di coppia? E se davvero ogni relazione (il matrimonio è già un istituto del passato) è un errore, ne vale la pena? Direi che è un errore che abbiamo tutti bisogno di fare, perché nessuno si salva da solo. Molte ricerche scientifiche dagli anni ’70 in avanti hanno confermato il valore dell’interdipendenza.

Avete letto le prime righe di “Relazioni instabili”, il nuovo saggio (in libreria dal 21 gennaio) del sessuologo e docente universitario Carlo Rosso.

Un libro intelligente, profondo, ma leggero, facile da leggere e al tempo stesso denso di riflessioni, quanto mai attuale tratta molti dei temi caratteristici del nostro tempo. Dopo "Perversi e felici", Carlo Rosso ci propone una raccolta di "pillole" dedicate alle relazioni di ogni tipo e, come dice il sottotitolo, "...anche d'amore".

Amore, sesso, violenza, gelosia, tradimento, identità, cura, genitorialità, perversione... Tutte questioni legate al filo rosso dell'essere in relazione. Temi spinosi che ci fanno vibrare e che tendiamo a non ascoltare, su cui la cultura ha già fabbricato i suoi indirizzi interpretativi, sancendo il giusto e lo sbagliato. Aprirsi a un modo «altro» di leggere il terreno instabile delle nostre costruzioni relazionali è il fine di questo volume. «Avviare il pensiero, senza incagliarsi nei punti di fuga che comprimono la complessità relazionale in una bidimensionalità forzata e artificiale. C'è bisogno di guardare a noi stessi da vertici inusuali per agguantare qualche brandello di senso dell'esistere».

Carlo Rosso è medico, specialista in Psichiatria, psicoterapeuta, sessuologo. È stato direttore del dipartimento medico-psichiatrico del Policlinico di Monza presso la CdC San Giuseppe di Asti. È direttore del programma di Trattamento per Autori di Reati Sessuali presso la C. Circondariale di Vercelli. È presidente della Società Italiana di Psicopatologia sessuale, Sez. Speciale della Società italiana di Psichiatria. Insegna Psicopatologia Sessuale presso l’Università di Torino. È direttore dell’Area Clinica e Crisi presso le Comunità Psichiatriche del Gruppo Prometeo. Tra gli ultimi suoi libri: Aggressori sessuali: la comprensione empirica del comportamento abusante (Edi ERMES/Pensiero Scientifico 2010); Perversi e felici (Golem 2012); Ti amo e ti temo. L’amore al tempo dell’individualismo (SVpress 2015).

"Relazioni instabili" di Carlo Rosso, 272 pagine, pagine, 20 euro, Golem Edizioni (casa editrice di Torino, fondata nel 2013 da Giancarlo Caselli. I libri del catalogo sono presenti in tutte le librerie e in tutti gli store online.)

red.cult.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore