/ Cintura di Vercelli

Cintura di Vercelli | 23 maggio 2020, 09:41

BorgoVercelli, alla Tavallini solo 5 ospiti restano positivi

Migliora la situazione della casa di riposo del paese: 2 anziani sono guariti, altri 16 sono negativi al primo tampone e aspettano quello di verifica

BorgoVercelli, alla Tavallini solo 5 ospiti restano positivi

Sceglie i canali social del Comune, come del resto aveva fatto anche in passato, il sindaco di Borgo Vercelli, Mario Demagistri, per aggiornare i concittadini sulla situazione della Casa di Riposo Tavallini, dove la situazione sta migliorando. 

leggi anche: CASA DI RIPOSO TAVALLINI, POSITIVI 19 OSPITI

"Come è noto - spiega il sindaco - il 21 aprile i tamponi effettuati su ospiti e personale avevano certificato la positività di 29 persone: 5 Oss (di cui 4 residenti a Borgo Vercelli), 24 ospiti (di cui 19 risultanti residenti a Borgo Vercelli), inizialmente solo 1 ricoverato in ospedale. Durante questo periodo sono deceduti due ospiti. L'ultimo giro di tamponi di controllo effettuati in questi giorni ha riguardato 23 ospiti - 2 dei quali virologicamente guariti; altri 16 sono negativi al primo tampone e in attesa di quello di verifica e 5 restano positivi".

Tutto negativo, invece, il personale in servizio, mentre 2 colleghi sono in quarantena domiciliare. Lentamente dunque, così com'è nelle modalità di questo virus infido, la situazione della struttura sta migliorando. Tuttavia, poiché a Borgo Vercelli si rincorrono molte voci preoccupate, il sindaco va oltre precisando alcuni altri aspetti della vicenda.

"Fin dall’inizio dell’epidemia - spiega ancora Demagistri - la Casa di Riposo ha ricevuto dalla Direzione Sanitaria dell'Asl diversi protocolli di comportamento e misure da adottare nell’espletamento dell’attività di assistenza agli ospiti, protocolli che da subito sono stati rigorosamente adottati e ottemperati da tutto il personale; chiusura delle visite ai parenti, gel igienizzanti in diversi punti della struttura, tappetini e spray igienizzanti per le scarpe, rilevamento della temperatura corporea per tutti coloro che necessariamente dovevano entrare, oltre all'utilizzo dei Dpi in dotazione al personale, lavati esclusivamente nella lavanderia interna della struttura, in una parte separata, appositamente dedicata solo per gli indumenti del personale. Recentemente la struttura è stata oggetto di una visita della Commissione di Vigilanza dell’Asl che non ha rilevato irregolarità, e ha fatto i complimenti a tutto il personale per le ulteriori precauzioni prese". 

Sforzi che portano il sindaco a dirsi in disaccordo con quanti vogliono addebitare  la situazione che si è creata al personale, o alla direzione sanitaria o alla stessa società che gestisce le Oss. Infine un'ultima precisazione, relativa alle dimissioni del direttore sanitario: "Non hanno nulla a che fare con la questione Covid 19 - spiega ancora Demagistri - già nel mese di ottobre, il direttore sanitario, che ha un contratto di 4 ore settimanali, aveva presentato le dimissioni per motivi professionali. Erano poi ritirate per essere riproposte la scorsa settimana e l'amministrazione si è messa subito alla ricerca di un sostituto che di questi tempi non è facile trovare".

Demagistri conclude augurando "Agli ospiti e alle Oss ancora positivi una pronta guarigione. E a Oss, personale di servizio, amministratori della Casa di Riposo, vanno i miei ringraziamenti per l’impegno particolare che hanno messo e continueranno a mettere a disposizione per assistere al meglio i nostri anziani, sovente togliendo anche spazio alla propria famiglia"

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore