/ Attualità

Attualità | 24 luglio 2019, 11:26

Sagre "No Plast": 30mila kit di stoviglie compostabili

DIVENTA OPERATIVO IL PROGETTO PER RIDURRE L'UTILIZZO DELLA PLASTICA. ECCO COME FUNZIONERA'

Da sin: Emanuele Pozzolo, Andrea Corsaro, Alberto Marazzato e Ketty Politi

Da sin: Emanuele Pozzolo, Andrea Corsaro, Alberto Marazzato e Ketty Politi

“No Plast”. Così si chiama il progetto per la sostenibilità degli eventi promosso dal Comune di Vercelli con la fattiva collaborazione del Gruppo Marazzato di Borgo Vercelli, azienda leader nelle soluzioni per l’ambiente e sempre più attento alle tematiche ad esso riferite e alle corrette procedure di smaltimento rifiuti.

“Un progetto che era partito da una mozione della passata amministrazione, cui va attribuito il merito per aver promosso e proposto questa iniziativa che adesso e in futuro portremo avanti, grazie anche al fondamentale e prezioso sostegno economico del Gruppo Marazzato, che ha provveduto a coprire per due terzi la spesa per l’acquisto di 30.000 kit di stoviglie biodegradabili e compostabili che verranno utilizzati nelle sagre estive in programma sul territorio cittadino”, dice il sindaco Corsaro in conferenza stampa.

Ogni Kit contiene sì le stoviglie ma anche la tovaglietta riportante le indicazioni per il corretto smaltimento dello stesso kit. Un problema, quello dello smaltimento differenziato, da sempre presente alle sagre e non solo. Di difficile gestione in tutti i giorni dell’anno. Difficoltà che derivano da informazioni frammentarie e contrastanti (a livello nazionale) e da un pizzico di incuria da parte dei cittadini derivante spesso da etichettature difficilmente decifrabili.

Spiega Alberto Marazzato, amministratore delegato del Gruppo di Borgo Vercelli: “Con iniziative come questa, cerchiamo di richiamare l’attenzione della gente sul fatto che l’ambiente va rispettato tutti i giorni, a 360°, non solo durate gli eventi pubblici”. Ed è proprio nella facilitazione dello smaltimento tramite le istruzioni sulla tovaglietta che ci si auspica un primo miglioramento verso la consapevolezza ecosostenibile. “ Speriamo possa essere anche un momento di condivisione e ss vogliamo divertente. Che ci sia finalmente una contaminazione proattiva e virale in merito”, auspica Corsaro.

I 30000 kit sono stati acquistati tutti da un unico fornitore, ottenendo così un prezzo molto vantaggioso. Il Gruppo Marazzato si è caricato dei 2/3 della spesa mentre il restante costo è andato a carico delle diverse associazioni di rione. 

Un risparmio e un aiuto volto soprattutto al futuro prossimo che vedrà, nel 2021, il divieto d’uso di stoviglie in plastica.

Cristiana Folin

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore