/ Politica

Politica | 02 luglio 2017, 00:15

Aree inquinate e gravi patologie a Vercelli

LUNEDI' 3, ORE 18 AL PICCOLO STUDIO - SERATA ORGANIZZATA DA PASQUINO, TORAZZO, CATRICALA', STECCO

Aree inquinate e gravi patologie a Vercelli

Lunedì alle 18, al Piccolo Studio, incontro dedicato alla situazione ambientale di Vercelli e al  rapporto tra inquinamento ambientale e malattie come il cancro.

A organizzare l'appuntamento sono quattro consiglieri comunali di minoranza, Renata Torazzo (SiAmo Vercelli), Stefano Pasquino (Vercelli Amica), Alessandro Stecco (Lega Nord) e Michelangelo Catricalà (Movimento 5 Stelle) che hanno invitato alcuni relatori qualitficati a confrontarsi con il pubblico.

"Le aree Ex Sambonet, Ex Montefibre, Inceneritore e sedi limitrofe, sono degli esempi su come in passato la coscienza ambientale e il rapporto con il cancro, era per lo meno parziale - scrivono in una nota gli organizzatori della serata -. A questo vanno aggiunti le malattie tumorali da polveri sottili, diossine e smog, amianto presente nell’eternit di molti edifici privati di Vercelli, oltre alla vicinanza con scorie nucleari.
Vercelli è seduta su una bomba biologica ambientale! Conosciamola bene per non farla esplodere e magari disinnescarla".

All'incontro saranno presenti Ezio Barasolo, primario Urologo della Clinica Santa Rita e presidente della sezione di Vercelli della Lega Italiana della Lotta ai Tumori, per spiegare i molti studi finanziati dalla stessa LILT sui rischi di cancro legato all’esposizione a inquinanti ambientali, come quelli più recenti dell’Osservatorio Socio Ambientale Vercellese.

Ci sarà il contributo specialistico sul rapporto tra cause e tumori, e sulla prevenzione, da parte del Primario Oncologo dell’ Ospedale di Casale, Roberta Buosi, noto oncologo con molte pubblicazioni scientifiche e a contatto con la realtà dell’esposizione della popolazione all’amianto e con la piaga del mesotelioma e interverrà il presidente dell’ISDE di Torino, Luisa Memore. L’ISDE è un’ Associazione Internazionale di Medici per l’Ambiente, con sedi internazionali e in tutte le regioni, che persegue esclusivamente finalità di solidarietà sociale e intende operare nei settori socio-sanitario e, più in generale, delle scienze della vita e della conservazione/tutela ambientale, svolgendo attività scientifiche e di “sostegno decisionale”, attingendo alle evidenze scientifiche, attraverso iniziative di formazione, comunicazione e ricerca.

redaz

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore