/ Politica

Politica | 18 ottobre 2023, 17:53

Dimensionamento scolastico, cosa accadrà nel vercellese dal 2024

Accorpamento in vista per tre istituti comprensivi: il documento approvato dal Consiglio provinciale dopo un confronto con il territorio.

Il presidente della Provincia, Davide Gilardino, e il segretario Fausto Pavia

Il presidente della Provincia, Davide Gilardino, e il segretario Fausto Pavia

Dimensionamento scolastico e convenzione con i Comuni per il riparto dei proventi derivanti dall’accertamento delle violazioni del codice della strada lungo le strade provinciali sono stati al centro del Consiglio provinciale. Al termine di un lungo percorso il dimensionamento scolastico giunge all’unanimità di consiglieri provinciali, sindaci, istituti scolastici e sindacati dopo dopo dieci anni di attese e lavoro.  «Un obiettivo non solo richiesto dal Ministero e dalla Regione, che nei prossimi tre anni vuole una riorganizzazione degli istituti comprensivi anche in considerazione della denatalità», dichiara il presidente Davide Gilardino. 

Nell’anno scolastico 2024/2025 per tre istituti comprensivi è prevista un’unificazione: si tratta degli istituti di Arborio-Gattinara, Asigliano-Trino e Livorno-Tronzano che vedranno una razionalizzazione delle risorse con il consolidamento delle grandi segreterie, mantenendo però attivi i presidi territoriali e garantendo il posto di lavoro al personale scolastico.

«Per quanto riguarda la convenzione - prosegue Gilardino - abbiamo cercato di soddisfare le diverse richieste dei comuni. Al fine di migliorare la sicurezza stradale e ridurre l’incidentalità, Provincia e Comuni coopereranno garantendo che tutte le risorse derivanti dalle violazioni del codice della strada siano destinate a interventi di messa in sicurezza della rete viaria nei territori sui quali sono state rilevate le violazioni. A distanza di poco più di un anno - conclude Gilardino - le linee programmatiche sono rispettate. Ringrazio gli uffici per il lavoro svolto con competenza e soprattutto mi ritengo soddisfatto - conclude il presidente - nel mantenere viva una collaborazione viva ed efficace con le amministrazioni e un andamento il più possibile celere per le questioni più importanti. Il vercellese tutto ha bisogno di presenza, pragmatismo e di qualche avanzamento che solo coesione territoriale e audacia possono favorire». 

redaz

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore