/ Cronaca

Cronaca | 16 novembre 2022, 19:21

Concorso in Valle d'Aosta, condannato primario vercellese

La sentenza di Appello ribalta la precedente assoluzione: il medico condannato a otto mesi

Concorso in Valle d'Aosta, condannato primario vercellese

Assolto in primo grado, il primario di Ostetricia e Ginecologia dell'ospedale di Borgosesia, Enrico Negrone, è stato condannato a 8 mesi per abuso d'ufficio dalla quarta sezione penale della Corte d'appello di Torino che ha riformato la sentenza emessa dai giudici di Aosta. Il medico era finito a processo, con gli altri colleghi che facevano parte della commissione, per un concorso per ginecologi, promosso dall'Usl di Aosta nella primavera del 2018. A darne notizia è l'Ansa Valle d'Aosta.

Nell'ambito del medesimo procedimento, la Corte d'Appello ha confermato la condanna a 10 mesi di carcere nei confronti del direttore della struttura di Ostetricia e ginecologia dell'Usl Valle d'Aosta, Livio Leo, presidente della commissione, accusato di abuso d'ufficio e rivelazione di segreto d'ufficio.

Confermate invece le assoluzioni per i quattro candidati che avevano superato la prova scritta, poi annullata dall'Asl. Secondo gli inquirenti durante il concorso erano stati favoriti i quattro candidati finiti a giudizio, che conoscevano Leo e che con lui avevano già curato pubblicazioni scientifiche, escludendo invece altri tre candidati. Il fascicolo era stato aperto a seguito di un esposto dell'allora assessore regionale alla Sanità.

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore