/ Economia

Economia | 24 febbraio 2020, 18:25

Cerutti: i sindacati chiedono chiarezza. E un piano industriale

Fiom, Fim e Uilm denunciano il continuo slittamento degli incontri promessi

Cerutti: i sindacati chiedono chiarezza. E un piano industriale

Vertenza Cerutti, ancora un rinvio e ancora troppa incertezza nella definizione del nuovo assetto societario e del piano industriale.

A denunciare una situazione di estrema incertezza, è una nota congiunta di Fiom Cgil, Fim Cisl e Uilm Uil di Casale e Vercelli che fanno notare come "Nell’incontro sindacale avvenuto il 31 gennaio in Confindustria Vercelli, l’azienda aveva comunicato che nella settimana tra il 17 e il 21 di febbraio la trattativa avviata con un potenziale socio internazionale avrebbe dovuto proseguire presso la sede aziendale con la presenza dell’interessato. Per motivi a noi sconosciuti, tali impegni sono stati nuovamente posticipati a data da definirsi. Voci non ufficiali individuano nella settimana corrente  le nuove possibili date".

Per i rappresentanti sindacali "Questi continui ritardi e soprattutto questa incertezza ormai cronica rispetto al futuro e alle prospettive aziendali non sono più accettabili, per questi motivi il 21 febbraio le Organizzazioni Sindacali hanno ufficialmente richiesto un incontro urgente con la direzione aziendale e la proprietà Cerutti. Considerando tale riunione risolutiva, auspichiamo che in tale occasione l’azienda venga al tavolo della discussione con un piano industriale credibile che possa garantire una prospettiva di lavoro e di occupazione accettabile. Se questo non dovesse accadere, nelle assemblee sindacali che si effettueranno nei giorni successivi alla riunione, si valuteranno le necessarie e dovute azioni da intraprendere".

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore