/ Scuola

Scuola | 19 giugno 2019, 17:50

Gara di protesi: quarto posto per una studentessa vercellese

OTTIMO PIAZZAMENTO PER GIORGIA GIOE', 18 ANNI

Giorgia Gioé al lavoro nella gara

Giorgia Gioé al lavoro nella gara

Riceviamo e pubblichiamo.

Si è svolto a Badia Polesine la quinta edizione del Trofeo Ruthinium, una gara nazionale di protesi mobile dedicato ai ragazzi degli istituti odontotecnici d’Italia. Iniziativa patrocinata dall’Antlo (Associazione nazionale titolari di laboratorio odontotecnico).
Anche l’Ipsia di Vercelli ha partecipato per il terzo anno consecutivo e, questa volta, un’allieva del quinto anno, Giorgia Gioè, 18 anni è arrivata quarta. Dopo aver superato le preselezioni questa primavera alle quali hanno partecipato 116 studenti di 64 scuole diverse, Gioè è riuscita a classificarsi fra i primi 8 finalisti. L’unica della sua scuola. L’unica dal Piemonte. I finalisti si sono sfidati in una tre giorni “serratissima”, che si è svolta in Veneto sotto l’occhio attento di una commissione che ha esaminato i manufatti, valutando la conoscenza della biomeccanica dell’odontoprotesi, la correttezza di montaggio, la funzionalità e l’estetica.
Gioè era accompagnata dall’insegnante Cinzia Bertola, mentre il docente coordinatore era Tiziano Monfermoso.
Le scuole finaliste si sono aggiudicate un buono di 300 euro da spendere per l’acquisto di prodotti Ruthinium. Il concorso, oltre a premiare i migliori studenti in questo settore, è un’occasione per dimostrare il proprio talento, quanto si è appreso in aula riservandosi in futuro di trasformare le proprie conoscenze in una professione.

Liza Binelli

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore