/ Spettacoli

Spettacoli | 23 marzo 2023, 16:16

E' Piero Pelù il primo nome di Musa Vercelli

Il Comune prepara la stagione estiva. L'artista sarà in città a fine luglio.

E' Piero Pelù il primo nome di Musa Vercelli

E' Piero Pelù il primo ospite di caratura nazionale che si esibirà sul palco dell'estate vercellese. Le date del tour che sta per partire, e che vedrà Pelù suonare insieme ai Bandidos, verranno annunciate sabato: la tappa vercellese sarà verso la fine di luglio.

«Il programma degli eventi di Musa Vercelli è in fase di ultimazione - spiega il sindaco Andrea Corsaro, presentando il concerto insieme all'assessore Mimmo Sabatino, alla dirigente del settore, Margherita Crosio e a Domenico Evangelista che segue l'organizzazione della rassegna -. Sicuramente divideremo il cartellone in due segmenti: Moon, dedicato in via prevalente ai giovani e ospitato in piazza Cavour, e Star, con protagonisti grandi nomi del panorama nazionale che si esibiranno in piazza Antico Ospedale».

«Abbiamo lavorato su un cartellone differenziato, con l'obiettivo di offrire proposte per una platea ampia che vada dai giovani, alle famiglie, agli appassionati di musica e di comici», aggiunge il sindaco, precisando che una parte degli eventi sarà gratuita.

Per il concerto di Pelù, ci saranno 2400 posti (in piedi) sotto il palco che verrà allestito in piazza Antico Ospedale. «Ci sarà un biglietto unico e le modalità di prevendita saranno annunciate con il tour», spiega Sabatino. Che poi aggiunge: «Siamo molto contenti di questo primo nome del nostro cartellone perché Pelù è un artista noto e apprezzato da una platea di fans che attraversa più generazioni. Sicuramente offriremo una bella serata a Vercelli».

Gli appuntamenti dell'estate vercellese prevederanno un segmento dedicato alla musica jazz, alcuni concerti con artisti di fama nazionale, una serie di appuntamenti dedicati ai bambini e alle famiglie e alcuni show con artisti comici.

«Lo sforzo dell'amministrazione è di offrire un cartellone di alto livello che, di anno in anno, consenta alla piazza vercellese di crescere e di farsi conosciuta», conclude Sabatino.

redaz

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore