/ Gattinara-Valsesia

Gattinara-Valsesia | 27 novembre 2023, 16:20

«Noi che 40 anni fa eravamo in Libano»: convegno dei Cavalleggeri di Lodi

A Gattinara doppio appuntamento per ricostruire il clima della prima missione militare all'estero dalla fine della seconda guerra mondiale.

«Noi che 40 anni fa eravamo in Libano»: convegno dei Cavalleggeri di Lodi

Fu la prima missione militare che coinvolse l'esercito italiano dopo la fine della seconda guerra mondiale. Ma si trattò di una missione per la pace che ebbe importanti protagonisti sul territorio vercellese.

A 40 anni di distanza l’associazione Arma di Cavalleria in collaborazione con il Comune di Gattinara ricorda l'anniversario della missione in Libano del Plotone dei Cavalleggeri di Lodi (15°) con un convegno che si terrà nella sala conferenze di Villa Paolotti giovedì 30 novembre, alle ore 21.

La serata organizzata dal Gen. Umberto De Luca, presidente e dal 1° Mar. Lgt. Mauro Rizzi della sezione di Vercelli e Provincia dell’Associazione Nazionale Arma di Cavalleria, vuole ricordare la missione che vide impegnate le Forze armate italiane in Libano dal 24 settembre 1982 al 6 marzo 1984. L’Italia con Francia, Stati Uniti e Gran Bretagna "fu chiamata a ristabilire la sovranità dell’autorità del Governo Libanese nell’area di Beirut e a garantire l’incolumità della popolazione civile. Fu la prima missione militare italiana dalla fine della seconda guerra mondiale.

Su un contingente di 8.345 uomini, i Cavalleggeri del Lodi furono 5 Ufficiali 16 sottufficiali 138 graduati e militari di truppa, impegnati a presidiare le vie di accesso ai campi palestinesi di Sabra e Chatila dopo i violenti scontri avvenuti tra il 16 e il 18 settembre 1982, ai check-point e a difesa della base ’Rubino’ e dell’Ambasciata d’Italia.

Le condizioni ambientali erano complesse e i rischi determinati dalla elevata instabilità politica e sociale di quel teatro operativo, come dimostrò l’attentato del 23 ottobre 1983 che causò la morte di 241 marines statunitensi e 58 paracadutisti francesi.

Quanto è accaduto e l’importanza di quella missione per le Forze Armate Italiane e per l’Italia in ambito internazionale sarà illustrato e spiegato con dovizia dai protagonisti che vissero quei momenti. Interverranno: il Generale di Corpo d’Armata Flaviano Godio, il Generale Umberto De Luca, il Generale Dario Temperino, autore del libro “Con i Cavalleggeri di Lodi in Libano 1983”, il Generale Jean Marie Romain Moyersoen, il Generale Giuseppe Corrado Melillo, il Colonnello Domenico Perone e il Primo Mar. Lgt. c. Mauro Rizzi.

«Ringraziamo il generale De Luca e il Maresciallo Mauro Rizzi per aver voluto questo convegno – spiegano il sindaco Maria Vittoria Casazza e il vicesindaco Daniele Baglione - Un convegno che serve a ricordare l’importanza che ha avuto quella missione e, soprattutto, utile per comprendere meglio quanto sta ora accadendo in Medioriente vista la presenza di autorevoli relatori che ben conoscono quell’area.

A testimonianza del lavoro svolto dal contingente ITALCON vorremmo ricordare le parole dell’allora Presidente della Repubblica Sandro Pertini: “I soldati italiani hanno saputo compiere il loro dovere con umanità. Gli altri contingenti si chiudevano in se stessi e basta, loro no: andavano incontro alla popolazione, aiutavano la popolazione. Sono stati umani verso la popolazione”».

Nel corso della mattina di giovedì 30 novembre, invece, è stato programmato anche un convegno dedicato agli studenti delle classi quinte degli Istituti superiori di Gattinara.

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore