/ Economia

Economia | 17 novembre 2022, 19:05

Corcym annuncia il taglio del 10% dei dipendenti

Saluggia, altra tegola sull'occupazione nel settore biomedicale

Corcym annuncia il taglio del 10% dei dipendenti

Altra tegola per l'occupazione nel vercellese: Corcym (ex Livanova), azienda del polo biomedicale di Saluggia ha annunciato oggi alle organizzazioni sindacali e ai dipendenti una riduzione di circa il 10% della forza lavoro «per ottimizzare la struttura così da allinearsi alle attuali condizioni economiche globali e creare basi solide per il futuro», si legge in una nota diffusa dalla società. I tagli interesseranno diverse funzioni aziendali. Nel dicembre dello scorso anno erano 547 i dipendenti della società, dunque i licenziamenti potrebbero riguardare fino a una cinquantina di persone.

«Siamo consapevoli delle difficoltà derivanti da questa decisione e proprio per questo, metteremo in atto tutte le possibili misure per ridurre l’impatto sui dipendenti coinvolti - dice Christian Mazzi, ceo di Corcym -. Negli ultimi anni sono aumentati progressivamente i costi complessivi di produzione dei nostri prodotti e, a causa delle contingenti condizioni economiche, tale tendenza appare in costante accelerazione. Questa ottimizzazione, in aggiunta alle nostre iniziative di creazione di valore, sono passi importanti per continuare a essere competitivi e edificare nuove e solide basi per il futuro».

Nella medesima nota, Corcym conferma il suo impegno a investire in innovazione e negli investimenti già effettuati nel portafoglio prodotti, attraverso la ricertificazione MDR (la nuova direttiva europea), e dalle sue recenti innovazioni, in particolar modo attraverso lo sviluppo di nuove piattaforme per valvole, le nuove tecnologie per il trattamento del pericardio e il lancio di accessori come RelyOn, che integra Perceval Plus creando un sistema completo che semplifica l’attività per l'intero team di sala operatoria.

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore