/ Economia

Economia | 21 novembre 2020, 16:30

5 stili di arredamento per il giardino

Impreziosire e personalizzare il proprio spazio verde utilizzando mobili e decori non è difficile. Ecco gli stili di arredamento più amati e utilizzati.

5 stili di arredamento per il giardino

Ognuno di noi ha delle esigenze diverse, anche per quanto riguarda la disposizione dei mobili e la cura della casa. Chi lavora tutto il giorno passerà poco tempo nella propria abitazione, o comunque avrà uno scarso interesse a migliorare ogni dettaglio. Quanti, invece, dispongono di un giardino e desiderano mostrare il proprio estro e cura dei particolari anche nel proprio spazio verde, allora troveranno qualche idea in questo articolo.

Ci sono anche diverse testate giornalistiche che vantano rubriche dedicate al mondo del giardinaggio, tramite cui tenersi sempre informati su novità e trend del momento. In ogni caso, gli stili principali di arredamento sono numerosi, e spaziano dal tradizionale al classico, dall’inglese al fiammingo, e così via.

Insomma, il modo per realizzare il giardino perfetto non è unico, ma anzi passa attraverso diversi filtri: primo tra tutti il gusto personale. Bisogna anche considerare il tipo di arredamento del resto della casa, così da non creare ambienti troppo carichi di decori che appesantiscono la vista e in cui è persino difficile muoversi.

Come potete immaginare, i criteri per scegliere lo stile di arredamento migliore per il giardino sono diversi, e dare un’occhiata a siti web dedicati come https://giardinofanatico.com/ vi potrà dare una mano importante. Ma ora bando alle ciance e vediamo quali sono e come si caratterizzano le soluzioni più apprezzate!

Mediterraneo

Quando si vuole allestire un giardino si deve sempre pensare a divertirsi, perché il progetto finale dovrà essere appagante sotto tanti punti di vista. Uno degli stili più apprezzati è quello mediterraneo, che all’apparenza sembra quasi sconclusionato, pieno di elementi casuali.

Tuttavia, non è propriamente così, perché guardando con occhio attento, tutto risulterà calibrato perfettamente nei minimi dettagli.

Gli elementi importanti per questo stile sono: la presenza di erbe aromatiche come basilico, menta e rosmarino, ma anche l’acqua, grazie all’installazione di piccole fontane, funzionali soprattutto in estate. Tra i colori e i materiali più indicati c’è il marrone, tipico dei vasi in terracotta.

Provenzale

Questo secondo stile di arredamento per il giardino proviene direttamente dall’omonima regione francese. Tuttavia, per poter godere dei colori e delle caratteristiche dei suoi campi apprezzati in tutto il mondo non c’è bisogno di vivere in Francia. Utilizzate fiori come la lavanda e l’iris, oppure rose e pergolato ricoperto di glicine, che dona un quid in più. Preferite sedie di legno e colori come il bianco e il marrone, così da creare un contrasto prezioso tra tutte le tonalità presenti. In questo tipo di arredamento trovano posto anche elementi realizzati in ferro battuto e in terracotta. Interessante è anche la possibilità di impiegare soluzioni di riciclo come sedie arricchite da rampicanti.

Minimal

“L’essenziale è invisibile agli occhi” scrisse il celebre scrittore Antoine de Saint-Exupéry nel suo famoso “Il Piccolo Principe”, ma questa affermazione, per quanto nasconda altri significati, non va molto lontano da questo stile di arredamento. I giardini realizzati seguendo le forme minimal hanno come unico protagonista lo spazio, e come quest’ultimo viene sfruttato per creare armonia.

Se scegliete questa soluzione, sappiate che dovrete dire addio a decorazioni superflue e accessori che rimangono sempre inutilizzati. Si tratta di uno stile adatto a tutti gli amanti dell’essenzialità: in una porzione definita del giardino trovano spazio solamente sedie e tavolo. I colori adoperati maggiormente quelli neutri, quindi si va dal nero al bianco, passando anche per il grigio. L’importante è riuscire a bilanciare tutti gli elementi utilizzati, ottenendo un ambiente sobrio e al tempo stesso ricercato.

Inglese

L’arredamento del giardino in stile inglese può apparire come passato di moda, tuttavia è pensato per essere senza tempo, grazie a parole chiave come elegante e raffinato. Tra i materiali più utilizzati c’è sicuramente il vimini, che grazie a un intreccio dalle forme sinuose si fonde perfettamente con l’ambiente circostante. Anche il laccato e il legno sono due elementi molto impiegati in questo stile di arredamento, oltre che piante in vaso ingombranti e sedie e tavolini.

Fiammingo

Lo stile di arredamento fiammingo è una di quelle tipologie che offre calma e rilassatezza, grazie all’unione di mobili dall’aspetto vissuto, quasi provenienti dal passato. Anche in questo caso il legno e il vimini sono i due materiali prediletti, ma bisogna sottolineare che questo tipo di arredo vive di contraddizioni. I decori e gli accessori sono infatti scelti per la loro caratteristica austerità e si coniugano con l’aspetto più antico delle altre soluzioni posizionate nel giardino.

Richy Garino

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore