Economia - 13 novembre 2023, 07:00

Euro 2024: l’Italia è qualificata, ma rischia la quarta fascia al sorteggio

Gli azzurri saranno sorteggiati in terza o quarta fascia, il che assicurerebbe un girone di ferro la prossima estate in Germania.

Euro 2024: l’Italia è qualificata, ma rischia la quarta fascia al sorteggio

L’Italia è riuscita a qualificarsi in extremis per gli Europei che si giocheranno in Germania nell’estate del 2024. D’altronde, dopo due Mondiali, gli azzurri non potevano fallire anche questo appuntamento. E per di più da campioni d’Europa in carica.

La nazionale di Spalletti ci è riuscita proprio alle battute finali. Dopo aver demolito la Macedonia del Nord in casa a Roma per 5-2, gli azzurri hanno pareggiato 0-0 a Leverkusen contro l’Ucraina. Un punto era proprio quello che serviva alla formazione italiana per rimanere a pari merito al secondo posto in classifica con gli avversari, ma davanti sia per scontri diretti che per differenza reti.

Bene ma non benissimo però, visto che il pareggio (o meglio, i soli 14 punti in classifica ottenuti nel girone C di qualificazione) condanna l’Italia probabilmente ad un girone di ferro ai prossimi Europei. Per chi vuole saperne di più, esistono piattaforme dedicate – come ad esempio My Stake Casino Italia – con statistiche più approfondite.

Euro 2024, come funziona il sorteggio e le fasce

Il sorteggio per determinare i gironi degli Europei di Germania del 2024 si svolgerà il 2 dicembre alle ore 18.

Le squadre che parteciperanno alle urne saranno 24: 23 arrivate attraverso qualificazioni e playoff, più la Germania come paese ospitante. Queste saranno suddivise in 6 gironi da 4 ciascuno. Di conseguenza, il torneo prevede la suddivisione delle squadre in 4 differenti fasce di merito a seconda dei risultati ottenuti nelle qualificazioni.

Le 6 squadre teste di serie, o meglio 5 perché una è di diritto la Germania, sono le 5 squadre che hanno vinto il proprio girone e fatto più punti nelle 10 giornate di qualificazione: ovverosia matematicamente Portogallo, Francia, Spagna, Belgio e Inghilterra.

La seconda fascia sarà invece composta dalle altre squadre vincitrici del proprio girone che non sono rientrate nella prima, più le migliori seconde. Fra queste purtroppo, in virtù dei soli 14 punti ottenuti, non figura l’Italia – che avrebbe avuto qualche chance in più battendo l’Ucraina.

La terza e la quarta fascia verranno infine completate in base al ranking. Proprio qui rientra l’Italia, che in base alle statistiche riportate al termine del girone – e agli ultimi risultati delle partite di martedì 21 novembre – conoscerà il suo destino: terza o quarta fascia ai sorteggi.

I criteri del ranking per determinare la terza o quarta fascia

Questi i dati che l’Uefa utilizzerà per decidere in quale urna inserire le squadre mancanti:

 

  • Posizione nel girone;
  • Maggior numero di punti;
  • Differenza reti;
  • Gol fatti;
  • Gol fatti in trasferta;
  • Numero di vittorie;
  • Numero di vittorie in trasferta;
  • Miglior condotta fair play (1 punto di penalità per ogni ammonizione, 3 punti per ogni espulsione);
  • Posizione nella classifica generale della Nations League 2022-23.

Ti potrebbero interessare anche:

SU