Provincia - 21 luglio 2023, 20:27

Bianzè, consegnate le borse di studio agli alunni meritevoli della primaria e secondaria

Il sindaco: «La nostra scuola è una bella realtà del territorio, con classi non molto numerose. Gli alunni studiano in un ambiente sereno e cordiale che favorisce l’apprendimento».

Bianzè, consegnate le borse di studio agli alunni meritevoli della primaria e secondaria

BIANZE’ - Grande emozione sabato 15 Luglio per la consegna delle borse di studio agli alunni più meritevoli dell’anno scolastico appena concluso: la sala consigliare del Comune era infatti gremita di bambini che accompagnati da genitori e fratellini e sorelline, sono stati i protagonisti della mattinata.

Presenti, oltre al primo cittadino, le insegnanti della scuola primaria, la coordinatrice maestra Teresa Iatomasi e la coordinatrice della scuola secondaria professoressa Antonella Grua in rappresentanza della Dirigente dell’Istituto Comprensivo professoressa Maria Rita La Porta.

A fare gli onori di casa, Gianna Salussolia, consigliere comunale, sempre molto attenta alle esigenze dei plessi di Bianzè. “E’ stato un piacere dare un riconoscimento ad alunni che si sono distinti per particolari meriti nel corso dell’anno scolastico appena concluso – commenta il sindaco Carlo Bailo – l’Istituto Comprensivo di Tronzano comunica al Comune di Bianzè tutti coloro cha hanno avuto la votazione più alta di tutta la classe a partire dalla 3° primaria fino alla 3° secondaria, dopodichè l’amministrazione comunale provvede con le borse di studio”.

Bailo ha accolto gli studenti, ha sottolineato l’importanza dello studio, dell’impegno scolastico e della meritocrazia che sia da stimolo per affrontare la vita con passione per ottenere sempre il meglio da se stessi. Non è mancato un riconoscimento anche per gli studenti più piccoli, gli alunni di 1° e 2° della primaria. Durante il giorno della premiazione sono anche stati esposti al pubblico i lavori del concorso  “Gli angoli più belli di Bianzè”, per cui ogni classe ha ricevuto un premio. “La nostra scuola è una bella realtà del nostro territorio, con le sue classi non molto numerose, gli alunni possono contare del conforto e dell’appoggio degli insegnanti e vivere in un ambiente sereno e cordiale che favorisce l’apprendimento e permette l’adesione alle numerose iniziative proposte”, ha quindi concluso Bailo.

Anita Santhià

SU