Cronaca - 27 maggio 2023, 12:34

Tentato omicidio: la Polizia di Stato arresta un 23enne

Il giovane straniero aveva accoltellato un connazionale nel veronese.

Tentato omicidio: la Polizia di Stato arresta un 23enne

Era ricercato per un tentato omicidio l'uomo arrestato nella serata del 23 maggio dalla Polizia di Stato di Vercelli. A carico del giovane, uno straniero 24enne, pendeva un ordine di esecuzione di misura cautelare in carcere emesso dal Gip del Tribunale di Verona per fatti commessi a Cerea lo scorso aprile nell’aprile 2023.

Il personale della Volante lo ha notato, intorno alle 20 del 23 maggio, durante un servizio di pattugliamento: transitando all’altezza di Corso Prestinari e, precisamente, nei pressi dell’area parcheggio di un esercizio commerciale, l'attenzione degli agenti è stata colpita dallo strano comportamento del giovane che, alla vista dei poliziotti, provava a dileguarsi tra gli avventori del punto vendita, dirigendosi verso le corsie del negozio così da far perdere le proprie tracce.

I poliziotti, insospettiti dall’atteggiamento, lo hanno tenuto d'occhio, raggiungendolo e bloccandolo prima che potesse darsi alla fuga.

Il soggetto, uno straniero di 24 anni senza fissa dimora, poi risultato gravato da numerosi precedenti giudiziari e di polizia, è stato condotto negli Uffici della Questura.

Effettuati i dovuti accertamenti, si è dapprima appurato che lo straniero aveva nascosto addosso generi alimentari, di esiguo valore economico, provento di furto e che a suo carico pendeva un ordine di esecuzione di misura cautelare personale in carcere per il reato di tentato omicidio aggravato emesso, dall’Ufficio del Gip del Tribunale civile e penale di Verona.

Lo scorso aprile, aveva accoltellato un suo connazionale colpendolo nella parte sinistra del torace e compromettendo gravemente le funzioni cardiocircolatoria e respiratoria della vittima. Il giovane, a seguito degli adempimenti di rito, è stato associato alla Casa Circondariale di Vercelli a disposizione dell’Autorità Giudiziaria competente. 

Saranno i successivi gradi di giudizio a stabilire la responsabilità del giovane in merito alle accuse contestate

redaz

SU