Pro Vercelli - 19 novembre 2022, 16:38

Pro Vercelli - Pergolettese 1-1 (misero punto)

Partita decisa nel primo tempo da un rigore per parte. Risultato sostanzialmente giusto

Della Morte, autore del gol

Della Morte, autore del gol

Pro Vercelli costretta a rimandare il brindisi con la vittoria casalinga che manca dalla sfida con il Piacenza. I bianchi di Paci sono fermati al Robbiano-Piola 1-1 dalla Pergolettese. Risultato sostanzialmente giusto con i gialloblù, intenzionati a onorare al meglio i novant'anni di storia più intraprendenti nella prima frazione, Pro arruffona che, nonostante il vantaggio al 40' di Della Morte (rigore) si è fatta raggiungere al 47' sempre su rigore.

Con il rientro di Cristini dalla squalifica Calvano torna a centrocampo Corradini in regia. In attacco Arrighini preferito a Comi mentre Mustacchio agisce nel ruolo di Vergara out per squalifica. Parte meglio la Pergolettese che sollecita subito la retroguardia dei bianchi. Un'azione pericolosa di Bariti, tre calci d'angolo consecutivi e un intervento di Rizzo su Artioli con Corradini che perfeziona il disimpegno sono il biglietto da visita dei gialloblù nei primi minuti. La Pro cerca di rompere la pressione con Della Morte e Arrighini (9') che servito da Corradini perde l'attimo prima di calciare e viene anticipato da Lambrughi. Il centrale gialloblù- Ma sono sempre i lombardi a controllare la situazione soprattutto a centrocampo dove i bianchi non riescono a carburare.

Al 12' altro brivido per la Pro: Rizzo scivola in uscita e favorisce Bariti che però da posizione non ottimale colpisce il palo. Se la Pergolettese prova a fare gioco i bianchi s'affidano a fiammate: come 13' quando Mustacchio serve Arrighini che di testa costringe Soncin a una respinta non semplice. Ancora Arrighini ci prova al 24' su traversone di Iotti ma con scarsi risultati (palla alta). Il canovaccio tattico del match non cambia: Pergolettese che prova a spingere, soprattutto sulla corsia destra dove Bariti salta i suoi controllori, con i bianchi di Paci, però, più ordinata nei disimpegni.

Match sul filo dell'equilibrio che si sblocca al 40' quando Lambrughi atterra Arrighini: l'arbitro non ha dubbi: rigore che Della Morte trasforma con freddezza spiazzando il portiere: 1-0. La Pro insiste e Mustacchio mette in mezzo per Calvano: colpo di testa sul fondo. In pieno recupero il pari della Pergolettese: intervento di Mustacchio su Guiu che l'arbitro punisce con il rigore: Calcia Cancello e fa 1-1.

Ripresa più spigolosa con meno occasioni e più interventi decisi. Al 49' scambio Calvano-Arrighini centro per Mustacchio che non controlla. Al 56' primo cambio per la Pro: Iezzi (ammonito) viene rilevato da Silvestro. Gara frammentata in cui la Pro si rende pericolosa con Corradini (alto al 62'). Al 64' Arrighini vicinissimo al nuovo vantaggio, ma il colpo di testa dell'ex Cittadella, su assist di Mustacchio, è respinto dal palo. Un minuto dopo la Pergolettese manca una buona occasione con Abiuso che, da buona posizione, spreca un servizio di Barito.

Doppio cambio nella Pro al 67' dentro Anastasio e Gatto per Macchioni e un Della Morte meno pungente del solito. Nella fase centrale della ripresa la Pro è più presente: Mustacchio (71), Calvano (conclusione in area controllata dalla retroguardia gialloblù) e Gatto (75') lancio per Arrighini che non aggancia confermano il buon momento dei bianchi che però non riescono ma a mettere in difficoltà i ragazzi di Villa che non mancano però l'occasione di rendersi pericolosi. Al 77' Paci si gioca le due carte dalla panchina: Comi rileva un generoso Arrighini mentre Iotti lascia il posto a Saco. 

All'80' Abiuso non addomestica un invitante servizio si Bariti. La Pro si fa viva con Gatto (82') che al termine di un'azione personale spedisce alto. All'86 Comi si testa non impatta il pallone con la giusta potenza su calcio d'angolo di Mustacchio, Perrotta al crepuscolo dei 90' tenta una conclusione dai venti metri ma senza la giusta precisione. Nei tre minuti di recupero Pro in dieci per il rosso ad Anastasio reo d'aver rivolto qualche parola di troppo alla panchina ospite.

E' l'ultimo sussulto di una gara non esaltante che la Pro dopo un primo tempo in sofferenza ha cercato di fare proprio anche se, com'era successo con la Juve, alla generosità non ha fatto seguito una giusta lucidità per sfruttare le potenziali opportunità create. Un punto che, anche nell'era delle "vittorie pesanti", muove la classifica interrompe la striscia di due ko consecutivi ma, certo dai bianchi ci si attendeva qualcosa di più.

PRO VERCELLI (4-3-3): Rizzo; Iezzi (56' Silvestro), Cristini, Perrotta, Macchioni (67' Anastasio); Calvano, Corradini, Iotti (77' Saco); Della Morte (67' Gatto), Arrighini (77' Comi), Mustacchio. In panchina: Valentini, Lancellotti, Emmanuello, Gheza, Renault, Febbrasio, Anastasio, Guindo, Grbic, Saco. Allenatore Paci.

PERGOLETTESE (3-5-2): Soncin; Piccinini, Arini, Lambrughi; Bariti, Guiu (58' Varas), Andreoli (87' Mazzarani), Artioli (87' Verzeni), Villa; Abiuso, Cancello (66' Iori). In panchina. Rubbi, Cattaneo, Bevilacqua, Gabelli, Corti, Lucenti, Vitalucci, Volpe. Allenatore: Villa.

ARBITRO: Jacobellis di Pisa

RETI: 40' Della Morte (rig.), 45'+2' Canello su rigore

NOTE: pomeriggio fresco. Espulso Anastasio (91') per proteste. Ammoniti: Lambrughi, Iezzi, Cancello, Bariti, Mustacchio, Silvestro, Piccinini. Calci d'angolo 10-4 per la Pergolettese. Recupero 0',3'. 

Piermario Ferraro

Ti potrebbero interessare anche:

SU