Tempo libero - 04 agosto 2021, 11:02

Come organizzare una vacanza in barca a vela

Come organizzare una vacanza in barca a vela

Scoprire isole e spiagge incantevoli, sospinti dal vento che muove dolcemente le onde del mare profondo; scorgere borghi affascinanti da lontano, accarezzati dalla brezza mattutina; tuffarsi e nuotare nell’acqua cristallina che riflette l’intenso sole estivo. Sono queste le meraviglie di chi ama la barca a vela, i motivi che ci spingono a organizzare una vacanza in questa imbarcazione così eterea. 

Per godersela appieno, però, ci sono degli accorgimenti da prendere, soprattutto adesso che siamo nel pieno della stagione estiva. Innanzitutto, bisogna capire se serva o meno una patente nautica per condurre una barca a vela. In realtà, dipende da quello che avete in mente. Ad esempio, se state organizzando una vacanza di gruppo e avete la fortuna di conoscere un velista, potete farne a meno. In alternativa, potete scegliere un pacchetto che includa non solo l’affitto della barca ma anche la presenza di uno skipper qualificato.

A proposito, non è obbligatorio acquistare una barca perché ci sono molte opzioni di affitto anche a prezzi convenienti, soprattutto se deciderete di dividere la spesa tra tutti i partecipanti. Se invece siete degli appassionati e volete effettuare un investimento a lungo termine, potete anche acquistare una barca a vela usata. In questo caso, è bene accertarsi di avere tutto in ordine. Accessori e componenti devono essere perfettamente funzionanti altrimenti il rischio è di imbattersi in spese elevate, magari in momenti inopportuni. 

Prima di partire è comunque consigliato ricontrollare che tutto funzioni correttamente e sostituire qualche pezzo ormai vetusto. In particolare, il verricello elettrico è una soluzione ottimale per sostituire la sua controparte classica, ormai in disuso perché poco funzionale. Discorso simile per il timone, che deve assolutamente essere facile da manovrare senza però compromettere la sicurezza dell’imbarcazione.

Proprio parlando di sicurezza, è obbligatorio che a bordo siano presenti i dispositivi di protezione individuale per ciascun occupante e che tutte le superfici vengano igienizzate. Stando alle linee guida del Mit, relative alla pandemia in corso, nel caso in cui qualcuno mostrasse sintomi riconducibili al Covid-19 bisognerebbe effettuare una segnalazione alle autorità competenti della regione in cui si verifica l’evento. Accorgimenti nuovi, legati alla situazione unica che stiamo vivendo ma che è fondamentale prendere in caso si stia preparando una vacanza in barca a vela.

Infine, bisogna aprire una parentesi sul fronte abbigliamento. Spesso e volentieri, quando si va in vacanza, si entra in crisi proprio perché non si è sicuri sul tipo di vestiario da portare. Un errore semplicissimo da commettere è quello di mettere in valigia solo indumenti leggeri. Quando sta in barca a vela la notte ha un fascino unico. Uscire dalla propria cabina per godersi il chiaro di luna mentre si cavalcano le onde è una delle esperienza più romantiche che ci siano. In quei momenti, però, il tipico caldo estivo fa spazio a una leggera brezza, per cui è sempre meglio portare una felpa per non correre alcun rischio. Come visto in precedenza, un raffreddore in questo periodo non è semplice da gestire.

Con questi semplici consigli la vostra vacanza in barca a vela diventerà presto indimenticabile.

Ti potrebbero interessare anche:

SU