/ Pro Vercelli

Pro Vercelli | 02 marzo 2024, 01:01

Dossena: «Devo recitare il mea culpa»

«Pensavo che la squadra avesse assimilato l'intensità che voglio, invece non è stato così. Mantova o ultima squadra in classifica cambia poco: noi dovremo dare il massimo».

Dossena (Lussoso)

Dossena (Lussoso)

È un Dossena che pensa positivo.

«Il Mantova è forte e viaggia a mille, ma la mia squadra questa settimana si è allenata bene, puntando soprattutto su quella che deve essere la nostra caratteristica principale: l’intensità».

Non lo dice, ma un po’ di ottimismo arriva dal fatto che Santoro e Haoudi saranno a disposizione coì da riproporre in campo il terzetto che fece così bene in tante partite dell’andata (insomma, i due, più Iotti).

Con i tre in campo magari le bastonate sarebbero state di meno, chissà. Senza dimenticare i primi cambi di centrocampo (Emmanuello e Louti) non erano disponibili.

Le sconfitte con Giana Erminio e Pergolettese ci dicono insomma che con un centrocampo monco non si va da nessuna parte.

Dossena, però, non accampa scusanti.

E dice due cose. La prima: «La partita con la Giana Erminio è stata la svolta in negativo. Volevamo vincere, giocare bene, e invece non c'è stata prestazione proprio perché abbiamo giocato senza intensità.»

La seconda: «Devo recitare il mea culpa. Ero convinto che questa squadra fosse come un robot, insomma che avesse assimilato quella intensità che pretendo. Così non è stato e la colpa è stata mia, perché avrei dovuto pungolare i ragazzi come ho fatto per buona parte del campionato.»

La conclusione: «Sono fiducioso, ho visto che i ragazzi si sono allenati bene. Che sia il Mantova o l'ultima in classifica per noi cambia poco: dovremo giocare dando il massimo, con la stessa intensità di due mesi fa».

 

Probabile formazione.

Sassi; Iezzi, Parodi, Camigliano, Rodio; Iotti, Santoro, Haoudi; Mustacchio, Rojas, Maggio.

rb

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore