/ Politica

Politica | 02 marzo 2024, 07:25

Ultimo bilancio per il Corsaro-ter: «Tasse invariate e 137 milioni di investimenti sul futuro di Vercelli»

Il sindaco: «Il Sociale è il più importante capitolo di spesa. I fondi Pnrr? Conquistati grazie ai progetti, non certo piovuti dal cielo»

Ultimo bilancio per il Corsaro-ter: «Tasse invariate e 137 milioni di investimenti sul futuro di Vercelli»

Usa l'espressione «Bilancio epocale» il sindaco Andrea Corsaro per definire, all'indomani della sua approvazione, l'ultimo bilancio di previsione del suo terzo mandato: «137 milioni di investimenti, 56 di spesa corrente con tasse invariate da cinque anni». dice, incontrando i giornalisti. 

«Nel settore delle spese correnti la prima voce è quella assorbita dalle Politiche sociali - dice Corsaro -: 10,9 milioni di euro per dare continuità a servizi che sono il fiore all'occhiello del nostro Comune fin dai temi del sindaco Bagnasco e che nel corso dei mei mandati abbiamo sempre potenziato. Oggi siamo chiamati ad affrontare esigenze nuove, come l'accoglienza di minori non accompagnati, che richiedono ingenti risorse e che si affiancano alle attività per anziani, disabili, minori, disagio sociale portate avanti dagli uffici che fanno anche da riferimento per i Comuni della convenzione».

Affiancato da Silvano Ardizzone, dirigente del settore, Corsaro elenca cifre e servizi, ringraziando i diversi uffici per il lavoro svolto. 

«Sul fronte sociale - evidenzia il sindaco entrando nel tema tasse - ricordo che la soglia d'esenzione dall'addizionale Irpef è di 16mila euro, tra le più alte del territorio e che che copre un gran numero di pensionati: anche questo bilancio chiude senza aumentare le tasse e confermando le aliquote e i costi dei servizi a domanda individuale».

Il capitolo investimenti è legato ai fondi ottenuti attraverso i bandi Pnrr: «Non soldi piovuti dal cielo - puntualizza il sindaco - ma denari conquistati grazie a progettualità valide e premiate dai bandi. Un'amministrazione deve avere una visione di ampio respiro. Solo così arrivano denari che possono davvero incidere sul futuro della città e sulla vita delle persone». Gli investimenti record che Vercelli vede iscritti a bilancio sono quelli già cantierizzati del Piano Pinqua, del Pnrr scuole, dell'edilizia sociale e della viabilità, del recupero  e della valorizzazione del patrimonio archeologico e culturale. «Investire in progetti non è un azzardo - rileva il sindaco - perché senza progetti non si possono cogliere le occasioni per portare investimenti sul territorio».

Sul fronte conti Vercelli è una realtà virtuosa: pagamenti effettuati con 15 giorni d'anticipo rispetto ai tempi previsti e azzeramento raggiunto del fondo crediti di dubbia esigibilità, che pesava per oltre 500mila euro suoi bilanci annuali.

«Tutto questo - aggiunge il sindaco - nonostante un lungo periodo di contrazione nelle assunzioni che vede oggi il nostro Comune operare con 100 addetti in meno rispetto all'inizio del mio primo mandato. Anche l'ente pubblico ha dovuto affrontare i rincari nei costi dell'energia: due milioni di euro in più di bollette, lo scorso anno, per uffici, scuole, palestre e strutture e i rincari nei costi delle materie prime».

Sul fronte politico, il sindaco rileva come «La maggioranza ha votato il bilancio in modo compatto, condividendo l'impegno della Giunta nel trovare un punto di equilibrio tra tutte le diverse esigenze per far diventare la nostra città sempre più attrattiva. Piazza Roma è stata rifatta chiudendo il cantiere due mesi prima della scadenza prevista, altre opere verranno ultimate da chi guiderà la città nei prossimi cinque anni, ma dare continuità all'azione amministrativa, avere una visione di ampio respiro, progettare guardano al futuro è lo sforzo che ogni sindaco deve fare nel corso del suo mandato». 

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore