/ Cronaca

Cronaca | 22 febbraio 2024, 11:39

Aggredisce e manda al Pronto soccorso due ragazzi: arrestato

Un ventenne italiano finisce in manette: a suo carico le accuse di resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali aggravate, oltraggio a pubblico ufficiale, minaccia e danneggiamento aggravati.

Aggredisce e manda al Pronto soccorso due ragazzi: arrestato

E' finito in arresto un 20enne che, nella notte di domenica 18 febbraio, che, dopo essere stato coinvolto in una rissa con alcuni ragazzi ha assunto un atteggiamento aggressivo e violento nei confronti degli agenti delle Volanti intervenuti rispondendo a una richiesta del 112.

A chiedere l'aiuto delle Volanti una segnalazione pervenuta al numero unico di emergenza 112, con la quale un ragazzo riferiva di una violenta aggressione che il proprio gruppo di amici stava subendo da altro coetaneo, agli stessi sconosciuto. 

In piena notte, le Volanti hanno raggiunto il luogo oggetto della segnalazione, dove hanno rintracciato il gruppetto di ragazzi, tra i quali ve n’era uno con il volto tumefatto e insanguinato e anche un altro che lamentava di essere stato colpito.

Pochi istanti dopo, mentre gli agenti erano intenti a compiere i primi accertamenti per ricostruire la dinamica dell’aggressione, è giunto sul posto un giovane, indicato come autore delle condotte violente, il quale, in forte stato di agitazione e con fare aggressivo, ha cercato di avvicinarsi nuovamente ai ragazzi per colpirli.

Intercettato e bloccato dagli operatori, che lo conoscevano a causa di numerosi altri interventi effettuati in passato nei suoi confronti, il giovane ha subito assunto un atteggiamento di sprezzo e sfida verso l’autorità, ingiuriando e minacciando gli stessi.

Dopo essere riusciti a contenerlo, disinnescando il suo impeto violento e scongiurando un’ulteriore aggressione nei confronti dei ragazzi, gli agenti lo hanno poi trasportato in Questura: il giovane, però, ha continuato nella sua condotta antisociale e non collaborativa, continuando a minacciare gli operatori, sputando in loro direzione, nonché disarticolando una panchina presente negli Uffici della Squadra Volante e colpendo un agente con un calcio, procurandogli così 5 giorni di prognosi.

Terminati gli accertamenti, dai quali si apprendeva che due dei ragazzi aggrediti avevano riportato complessivamente 11 giorni di prognosi per la frattura del setto nasale e politrauma da contusione, il ventenne italiano è stato tratto stato di arresto con le accuse di resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali aggravate, denunciato per oltraggio a pubblico ufficiale, minaccia e danneggiamento aggravati. Su disposizione dell’autorità giudiziaria, il ventenne è stato associato alla locale casa circondariale in attesa dell’udienza di convalida e del giudizio per direttissima.  La mattina del 19 febbraio, il giudice ha convalidato, disponendo l’obbligo di presentazione quotidiano alla polizia giudiziaria. 

 

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore