/ Arte e Cultura

Arte e Cultura | 02 febbraio 2024, 13:05

"Il suono rosso": il romanzo di Elli Stern per il Giorno della Memoria

Appuntamento sabato alle 17,30 alle Spazio Gioin di via Laviny

"Il suono rosso": il romanzo di Elli Stern per il Giorno della Memoria

In occasione del Giorno della Memoria sabato 3 febbraio alle ore 17,30 allo Spazio Goin del Comune di Vercelli, in via Laviny 67, la scrittrice  Elli Stern, in dialogo con l’assessore Gianna Baucero, presenta il suo romanzo “ll suono rosso” pubblicato dalle Edizioni Zecchini.

Ambientato tra Praga e la campagna toscana, Il suono rosso racconta l’incontro denso di conseguenze tra Daniel Wien, un giovane violoncellista in crisi, e il celebre maestro Aron Feuerlicht, sparito dai palcoscenici internazionali dopo essere sopravvissuto alla Shoah suonando prima nel lager di Terezìn e poi nell’orchestra di Auschwitz.
Sullo sfondo un’avvincente storia d’amore, alcune memorabili lezioni di musica, l’irresistibile mondo dell’opera e il sorprendente potere del passaggio della memoria tra le generazioni.
Questo romanzo originale - che nello spirito caratteristico di molta letteratura ebraica affronta tematiche estremamente drammatiche con piglio nel contempo ironico ed empatico - segna l’esordio nella narrativa di Elli Stern.
Il libro ha ottenuto ottime recensioni sulla stampa nazionale: Romanzo, ma la sua forza è la credibilità della vicenda immaginata (Sandro Cappelletto, Avvenire), Nel suo romanzo lautrice pone interrogativi che riguardano la storia, l'etica, l’arte (Stefano Jacini, Il Giornale della Musica), S’intravede la profonda competenza di chi scrivendo vuole renderci partecipi di una passione incontenibile, che dalle corde del violoncello si riflette nella vita degli individui coinvolgendoli nel ricordo di chi non c’è più (Alberto Caviglion, Moked - Portale dell’ebraismo italiano).

L’autrice è cresciuta a Milano dove si è laureata in filosofia all'Università Statale con una tesi sul compositore Jacques Offenbach. Dopo un periodo di formazione presso la Staatsoper di Berlino, si è dedicata alla sua passione per la scrittura e la musica.

Autrice e traduttrice (collabora da tempo con il Saggiatore alla traduzione di libri di argomento musicale, tra cui l’epistolario della famiglia Mozart), ha diretto per dieci anni l’ufficio stampa ed edizioni di Ferrara Musica e lavorato alla promozione del catalogo di musica contemporanea della Rai.

Sotto la supervisione di Claudio Abbado, ha creato per Euroarts un video dedicato al Pelleas und Melisande di Schönberg. Vive a Londra con il compositore Nimrod Borenstein e la figlia Alma. 

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore