/ Arte e Cultura

Arte e Cultura | 18 maggio 2023, 15:21

“Storie, parole, culture del Caucaso e dell’Azerbaijan”: la parola a Rahilya Geybullayeva

Venerdì 19 maggio la rassegna “Il tempo di un caffè” si trasforma in un palcoscenico internazionale.

“Storie, parole, culture del Caucaso e dell’Azerbaijan”: la parola a Rahilya Geybullayeva

Venerdì 19 maggio la rassegna “Il tempo di un caffè” si trasforma in un palcoscenico internazionale, accogliendo la professoressa Rahilya Geybullayeva, visiting professor a Vercelli al Dipartimento di Studi umanistici dall'8 maggio al 14 giugno. La conferenza che la professoressa terrà a partire dalle 10.30 allo Spazio Gioin di Via Laviny 67, si intitola “Storie, parole, culture del Caucaso e dell’Azerbaijan”, sarà in inglese e prevede una traduzione consecutiva, in modo da essere accessibile a tutti. 

“Una bella occasione per sentire un po’ di English - afferma l’assessore Gianna Baucero - e una splendida opportunità di cultura, ancora una volta, al “Tempo di un caffè”, che con questo appuntamento conclude la serie di contributi dell’UPO. Ma solo per quest’anno, perché per l’anno accademico 2023/2024 ci sono già bellissime idee che aspettano solo di essere annunciate” .

RAHILYA GEYBULLAYEVA

E’ membro dell’Executive Committee for International Semiotics Association, è uno dei fondatori dell’ Azerbaijani Comparative Literature Association e Capo dell’ Azerbaijani Literature Department della Baku Slavic University. Arriva, per l’appunto, dall’ateneo “Baku Slavic University” e ha un curriculum interminabile, prestigiosissimo. Ha al suo attivo più di cento pubblicazioni. E’ stata visiting professor a Londra (SOAS, London University ,Intercultural Dialogue Regular Programme) e negli USA (University of Wisconsin -Madison, University of California, Berkeley e the Anthropology Department, Harvard University). A Vercelli svolgerà un corso di 30 ore intitolato "Azerbaijani literature and language: Iinterculturale parallels with other national cultures".

UNA RASSEGNA CULTURALE VINCENTE 

L’assessore Gianna Baucero si dichiara soddisfattissima dei risultati raggiunti dalla rassegna: “Colgo l’occasione per ringraziare l’Università del Piemonte Orientale per la preziosa collaborazione: in particolar modo il rettore, il direttore del Dipartimento di Studi Umanistici professor Michele Mastroianni, il professor Filippo Fassina e tutto il DISUM. Grazie anche a tutti gli altri relatori e al pubblico: studenti, docenti e adulti”.

La rassegna  si concluderà il 26 maggio: ospite Sara Minelli del Museo del Tesoro del Duomo di Vercelli.

Agli studenti che hanno partecipato si consegnerà attestato di frequenza nel corso di un’apposita cerimonia la cui data verrà comunicata al più presto.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore