/ Politica

Politica | 30 marzo 2023, 18:10

Ex 18, pronto un nuovo bando: si cerca un gestore per riaprire la caffetteria

L'assessore Michelini replica all'interrogazione del Pd: «Se aveste previsto una caparra, il Comune sarebbe stato maggiormente tutelato da possibili danni».

Ex 18, pronto un nuovo bando: si cerca un gestore per riaprire la caffetteria

Botta e risposta, in Consiglio comunale, sulla situazione dell'ex 18, il primo stabile a essere recuperato nell'area dell'Antico Ospedale: dopo un periodo di attività come caffetteria e ristorante, la struttura è stata chiusa in epoca Covid e, a parte una riapertura a singhiozzo, ha poi definitivamente cessato le attività.

Nelle scorse settimane, il Pd aveva presentato un'interrogazione, lamentando le cattive condizioni dello stabile.

leggi anche: DEGRADO E INCURIA NELLA CAFFETTERIA EX 18

«La convenzione siglata nel 2018 - ha detto in Consiglio l'assessore Luigi Michelini - è stata revovata per gravi inadempienze del gestore che aveva chiuso e cessato l'attività senza riconsegnare le chiavi. Il dossier fotografico allegato all'interrogazione mostra lo stato di fatto della struttura così come l'abbiamo riavuta. Non ci sono stati successivi atti vandalici né altro e, dal momento che i danni sono modesti, sarà il personale comunale a occuparsi del ripristino dello stato dei luoghi».

Ai firmatari dell'interrogazione, i consiglieri comunali del Pd, Michelini ha anche riservato un frecciatina: «Il Comune non procederà contro la società per ottenere il risarcimento dei danni poiché risulta incapiente. Meglio sarebbe stato se, in sede di firma della convenzione fatta nel 2018, quando eravate voi in giunta, si fosse previsto il versamento di una caparra a garanzia di eventuali danni. Non è stato fatto e pazienza. Chi è tanto abile a criticare dai banchi della minoranza non si è dimostrato altrettanto accorto quando si è trattato di amministrare».

Una stoccata che ha suscitato la veemente reazione di Michele Cressano: «La stesura dei contratti è compito dei funzionari e voi non perdete mai l'occasione per criticarli e scaricare sulle loro spalle le responsabilità» ha replicato dando il via a un vivace, quanto confuso scambio di battute con l'assessore.

Polemiche a parte, Michelini ha confermato che il Comune ha predisposto un nuovo bando per l'assegnazione dei locali e che, in tempi brevi, l'atto sarà pubblicato all'albo pretorio con l'intento di arrivare quanto prima al rilancio della struttura.

fr

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore