/ Economia

Economia | 03 marzo 2023, 07:00

Calcio, per la Juve l’Europa League vale la Champions

I numeri parlano chiaro: nonostante la batosta della penalizzazione di 15 punti la Juventus è ancora lì in alto

Calcio, per la Juve l’Europa League vale la Champions

I numeri parlano chiaro: nonostante la batosta della penalizzazione di 15 punti in classifica inflitta per illecito disciplinare sportivo, la Juventus del tecnico Max Allegri è ancora lì in alto e con tutta la voglia di rientrare nel giro delle papabili qualificate alle prossime competizioni europee. Il quarto posto in Serie A – che vale l’ultimo piazzamento utile per l’accesso alla prossima edizione della Champions League – non è impossibile da raggiungere. Federico Chiesa e compagni, difatti, hanno tutte le carte in regola per poter colmare un gap e centrare un obiettivo che, a detta di molti, pare raggiungibile.

Eppure, ci sarebbe un altro modo per poter puntare all’ingresso nella competizione europea regina: stiamo parlando della vittoria dell’Europa League, torneo nel quale i bianconeri sono stati “retrocessi” dopo il terzo posto raggiunto nella fase a gironi di Champions.

In questa direzione, per la maggior parte dei tifosi della Vecchia Signora, la tribolata (a dir poco) stagione bianconera potrà avere un lieto fine solo e soltanto se gli uomini di Allegri riusciranno ad arrivare in fondo al secondo torneo continentale per importanza, così come pronosticano tutti gli analisti delle scommesse vincitore Europa League che vedono capitan Leonardo Bonucci e soci ancora tra i favoriti.

Come detto, i bianconeri partono dagli ottavi di finale come una delle squadre più quotate, insieme sicuramente alle due inglesi – Arsenal e Manchester United – al Siviglia pluricampione e anche all’altra italiana del torneo, la Roma di José Mourinho. Il prossimo ostacolo nel cammino verso la gloria della Juventus sarà quello del Friburgo, formazione della Bundesliga che sinora ha disputato una stagione di Europa League quasi perfetta, vincendo il proprio girone senza neanche una sconfitta. I tedeschi sono attualmente sesti nel loro campionato (la stessa posizione con la quale nella passata stagione avevano chiuso la Bundesliga) e di certo nel novero delle possibili avversarie hanno rappresentato il migliore dei sorteggi per la Vecchia Signora (che avrebbe potuto incrociare le armi anche con l’Arsenal o con i turchi del Fenerbahçe del nazionale azzurro João Pedro).

Dunque, l’Europa League vale la Champions per la Juventus. Ma non solo. La società torinese che ha già vinto tre volte questa competizione (con una finale persa), non centra la vittoria di un torneo continentale dalla stagione 1995-1996 quando l’allora squadra allenata da Marcello Lippi e con Gianluca Vialli e Didier Deschamps tra gli altri in campo, superò l’Ajax per mettere le mani sulla seconda Champions della storia bianconera.

Quasi trent’anni, ventisette per la precisione (al netto della vittoria nella Coppa Intertoto della stagione 1999-2000) senza un successo degno di nota a livello continentale. Quest’anno ci saranno perciò tante motivazioni in più per fare bene. In primis, perché vincere per una società prestigiosa come la Juventus assume un significato sempre doppio, sia in termini di morale e prestigio che (soprattutto a livello economico). La vittoria in Europa League dimostrerebbe plasticamente che la squadra che fa capo alla principale holding degli Agnelli è ancora viva e pronta a dimostrare tutto il suo valore, nonostante la tempesta che sta affrontando.

E lo farà sul campo così come a livello legale dove è già stato inviato e notificato il ricorso al Collegio di Garanzia del Coni che dovrà pronunciarsi entro il termine della stagione sulla sentenza della FIGC e della Procura Federale in merito alla penalizzazione di 15 punti.

All’ombra della Mole, siamo certi, non lasceranno nulla di intentato. La società, i giocatori e lo staff tecnico lo deve ai milioni di tifosi bianconeri che con ansia seguono giorno dopo giorno le vicissitudini dei propri beniamini.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore