/ Pro Vercelli

Pro Vercelli | 27 novembre 2022, 19:40

Massimo Paci: «La grinta di oggi voglio vederla anche in futuro»

«Ancora una volta siamo stati penalizzati, è la seconda volta che succede in casa, fortuna che i ragazzi hanno reagito»

Massimo Paci (foto Lussoso)

Massimo Paci (foto Lussoso)

«Si è visto che i ragazzi volevano vincere, si è vista la giusta rabbia»: è la prima frase di Massimo Paci, dopo la vittoria sofferta ma meritata contro il San Giuliano.

«Potevamo chiuderla prima con un altro gol, quando non chiudi prima poi è sempre rischioso giocare gli ultimi cinque minuti» aggiunge.

Poi, scuro in volto, dice: «È la seconda partita interna in cui veniamo penalizzati... capisco l'errore, ma per noi, dopo certi tipi di errori (rigori inesistenti -ndr) non è facile poi ripartire: nella pausa, dopo l'1 a 1, i ragazzi erano a terra ma poi sono stati molto bravi a reagire. Però è molto frustrante giocare con questi episodi che ti tagliano le gambe. Ripeto, accettiamo gli errori, ma esigiamo rispetto. E se dovesso concederci un rigore inesistente a noi, che non c'è, credetemi, con la stessa sincerità dichiarerò che che quel rigore non doveva essere concesso».

Un giudizio sulla partita.

«Il primo tempo abbiamo tenuto bene il campo, poi c'è stato il rigore e, bella ripresa, la nostra reazione. Certo, ci siamo anche abbassati, ma in contropiede siamo andati vicini al gol. La partita, comunque, andava gestita così e ora pensiamo alla prossima»

Con l'Alpignano che è nono in classifica e che lunedì sera affronta il Vicenza.

«Abbiamo perso dei punti per strada, la prossima partita dovremo dare continuità ai risultati, ma la cosa che mi interessa di più è la grinta che hanno messo in campo i ragazzi, oggi».

La sostituzione di Della Morte?

«Ho messo dentro Arrighini perché avevamo bisogno di profondità. Matteo Della Morte è un giocatore dotato di tecnica, ma quando ho visto che il San Giuliano era sbilanciato ho pensato che un giocatore come Arrighini potesse darci una mano, e così è stato. Ha creato due occasioni che non è riuscito a concretizzare, comunque si è reso pericoloso».

rb

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore