/ Pro Vercelli

Pro Vercelli | 04 ottobre 2022, 13:10

Massimo Paci: «Se non c'è agonismo, il responsabile sono io»

«Ma sono fiducioso: il potenziale c'è» - Due partite difficili, domani contro il Piacenza di Scazzola e poi domenica, trasferta contro la FeralpiSalò, terza in classifica

Massimo Paci

Massimo Paci

Farà di tutto Cristiano Scazzola per iniziare bene la sua avventura con il Piacenza, che domani ospita la Pro Vercelli, primo turno della Coppa Italia.

E domenica, trasferta in casa del FeralpiSalò, terza in classifica.

Test importanti, tanto per una Pro Vercelli uscita con le ossa rotta nelle ultime due partite, quanto per Massimo Paci, il tecnico.

Sta dando l'anima e non si capacita del momentaccio «ma credo in questa squadra e sono soddisfatto di tutti i ragazzi: da quando sono qua non c'è stato un allenamento che non mi abbia soddisfatto. Domani a Piacenza è una partita difficile, anche perché hanno appena cambiato l'allenatore, il che dà una scossa emotiva in più, come sarà difficile la trasferta sul campo della FeralpiSalò.»

Sul momento-n, Massimo Paci dice: «Potevamo raccogliere di più in queste sei partite. A Busto ci abbiamo messo del nostro, perché nel secondo tempo non abbiamo giocato bene. La squadra in campo dimostra di esserci, ma poi succede che viene meno e questa non va bene».

Questa squadra manca di cattiveria: non ne ha avuta nel secondo tempo contro la Pro Patria, non ne ha avuta nel derby. Forse è il caso di cambiare qualche pedina, qualche interprete.

«Sono io il primo responsabile della mancanza di quell'agonismo necessario a superare un certo step. È il nostro punto debole, alla squadra, che è composta da giocatori nuovi e giovani,manca solo questo. No, non è un problema di scegliere gli interpreti, il problema è mentale. A Busto, nella ripresa ci siamo abbassati troppo...».

A Busto l'attacco con tre punte di movimento non ha funzionato.

«Mah, nel primo tempo direi che non sono andati male, qualche occasione e qualche punizione per noi ci sono state.»

Comi ha recuperato?

«Sì, è a disposizione».

Domani manderò in campo giocatori diversi, rispetto a Busto.

«Non ho ancora deciso la formazione, comunque sì, cambierò alcuni giocatori considerando la vicinanza di più partite».

Preoccupato?

«Il potenziale c'è, la squadra c'è. Sono convinto che sapremo riprenderci».

rb

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore