/ Attualità

Attualità | 30 settembre 2022, 06:00

Corso Avogadro, via le rampe: la terra sarà riciclata

Accordo per le ferrovie per la nuova viabilità

Corso Avogadro, via le rampe: la terra sarà riciclata

Com'era prevedibile, dopo il cavalcaferrovia spariranno anche le rampe: il nuovo corso Avogadro di Quaregna avrà una viabilità a raso, riconnessa alle strade esistenti e che andrà a incrociare la ferrovia Vercelli - Casale attraverso un passaggio a livello da realizzare a cura del Comune.

L'intervento di abbattimento delle rampe sarà a costo zero per il Comune che avrà la possibilità di recuperare la terra di riempimento per inviarla a un impianto di recupero: dopo l'approvazione della delibera, gli interventi inizieranno a stretto giro.

«In un momento in cui i costi dei cantieri sono in constante crescita a causa dell'aumento nel costo dei materiali, dei combustibili e dell'elettricità - commenta il vice sindaco, Massimo Simion - effettuare un intervento a costo zero mi sembra una buona notizia».

Intanto si sono chiarite le modalità per la realizzazione della nuova arteria: in caso di richiesta da parte di Rfi, il Comune si impegna a eseguire a proprie spese l'eventuale rifacimento del cavalcaferrovia Avogadro entro cinque anni dalla formale richiesta, qualora si palesino effettive esigenze di riattivazione in esercizio della linea ferroviaria. 

Intanto l’intervento di sistemazione dell'asse viario, che si configura come attività prodromica al più ampio intervento di rigenerazione urbana sul quartiere, procede nell'intento di ripristinare il traffico lungo l'asse  ovest - est della città e di destinare parte dello spazio recuperato anche al verde e a una mobilità dolce. 

Per la demolizione delle rampe, il Consiglio comunale di giovedì ha votato una perizia di variante sulla base della quale procedere alla demolizione delle rampe la cui terra di riempimento, a seguito di campionamenti e analisi, è risultata essere idonea al riutilizzo. 

«I lavori partiranno nel mese di ottobre - spiega ancora Simion -. Una volta ultimati si potrà passare alla successiva sistemazione della viabilità a raso».

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore